venerdì 30 novembre 2012

L'oroscopo di Gegge # 1

Se qualcuno di voi compra l'Internazionale (che è diventata la mia rivista preferita , la compro o la scrocco dal Cagnaccio , ogni settimana) sa che lì che un tizio , non mi ricordo mai il nome tipo Roy Zebrisky una cosa del genere, che fa un oroscopo finto oroscopo , insomma racconta un fattarello che non c'entra nulla e poi fa la sua previsione.

Segue parodia (ci si prova) (le informazioni scientifiche sono prese qui e li dalla rete, quasi tutte da Wiki)

ARIETE Cari amici dell'ariete, dovete sapere che il Muflone maschio ,nel caso di conflitti per il territorio o l'accoppiamento, scuote nervosamente la testa da un lato all'altro in segno di minaccia verso gli avversari. Proprio come lui, amici, iniziate a scuotere la testa e dire no a delle proposte che vi verranno fatte in settimana, proposte che rappresenterebbero per voi una minaccia a ciò che è vostro.

TORO La faccia nascosta, sempre opposta alla Terra, della Luna venne osservata per la prima volta il 7 ottobre 1959, quando la sonda sovietica Luna 3fu messa in orbita attorno alla Luna e inviò alcune sue fotografie alla Terra. Proprio come la faccia segreta della luna, caro torello, è venuto il momento che qualche tuo piccolo grande aspetto del carattere venga scoperto da qualcuno che ti orbita intorno.

GEMELLI Lo sapevate che la Groenlandia è stata scoperta intorno all' 877 dc , da uno svedese?
Da allora non è stata più coperta, e la prova è che lì fa sempre freddo.
Come fa freddo nel vostro cuore, amici gemelli. Aprite l'armadio del vostro animo e lasciatevi scaldare da una persona che vi è accanto , che tra un po' inizia l'inverno.

CANCRO Le formiche usano la superficie del suolo per lasciare tracce di feromone che possono essere seguite da altre formiche. Se vanno in cerca di cibo in gruppi, il membro che trova del cibo segna un percorso sulla via del ritorno alla colonia che viene seguito da altre formiche che, una volta raggiunto il cibo, fanno ritorno alla colonia in gruppo, seguendo lo stesso percorso.
Ascolta, cancerino\a, quando vai a caccia di donne attento alle traccie che lasci, che potresti essere seguito\a dal tuo partner ufficiale.

LEONE Sei al corrente del fatto che le pecore sono solo femmine, mentre il maschio della pecora è un ariete? Ma allora gli arieti sono solo maschi e la femmina dell'ariete è una pecora.
Insomma, caro leone , evita gli arieti in questo periodo. Puoi anche conquistare una pecora, ma attento alle corna del rispettivo ariete.

VERGINE No, scusate , mi sono scocciato. Non li reggo altri 7 segni.
Del resto suppongo nemmeno voi.




mercoledì 28 novembre 2012

Skeletor, ti spiezzo in due!


Ieri me ne andavo in giro curiosando tra gli scaffali di Feltrinelli, quando ad un certo punto mi si sono rizzate le orecchie, le pupille, il naso...e basta, nulla più. maliziosi.
Il mio lato nerd è uscito fuori prepotentemente, non impedendomi di procedere all'acquisto (vabe almeno era scontato) di questo film... insomma , stiamo parlando di He-Man! Lui- Uomo!
E poi non ne avevo mai sentito parlare di sta roba, metteteci il fascino degli anni 80 ed il fatto che lo interpreti Dolph Lundgren (garanzia di qualità,eh) ed è fatta.
L'ho visto poche ore fa.
Come è?

Delizioso. Mi aspettavo qualcosa di trash, incredibilmente trash...che ne so tipo un film con Nino D'Angelo, che il caschetto è quello.
Ed invece gli effetti speciali sono accettabili (almeno per gli standard dell'epoca) i dialoghi non sono malaccio, sono quelli tipici di un film del genere , con molte sequenze fantasy ed altre decisamente meno, dato che... He-Man e amici (e nemici) finiscono addirittura sulla terra (ovviamente in America, mai una volta che sti portali spaziotempo si aprano a Napoli , potrei scriverci una versione ad hoc piena di spunti) poi, vediamo... il protagonista non è per nulla antipatico ed il film non ruota intorno a lui (ed è un bene, perchè quando l'eroe si mangia la trama non è mai una cosa gradevole) i comprimari se la cavano piuttosto bene , certo ci sono almeno un migliaio di ingenuità , che però fanno sorridere , soprattutto se si pensa a come si era messi negli anni ottanta , e cosa dovevano gustare gli amanti del genere.
Però è tutto così genuino , fresco (ma che sto a parlà, di un formaggio?) insomma , da vedere. Mi è piaciuto , ed anche molto. Peccato solo che He-Man non appaia mai nella versione principe-Adam , che non ci sia la fida tigre o quello che era (probabilmente perchè all'epoca non sapevano come fare per gli effetti speciali) e questa è una cosa che per gli affezionati del cartone animato non è da poco.
L'amico baffone invece c'è , pure sua figlia - che è interpreta da una gran bella attrice, non la conosco e nemmeno il nome che ho intravisto dai titoli di cosa mi dice nulla, ma assomiglia, per farvi capire, alla sorella di Dexter (ovvio che non puo' essere lei, all'epoca di uscita del film sarà stata una bambina. Comunque carina la trama, dicevo, c'è anche l'attore che interpreta il maestro pelato (e tutti i ruoli conseguenti) nella saga di Ritorno al Futuro , qui ci sta proprio bene nella parte di un poliziotto che non sa proprio come muoversi dinnanzi a questa invasione aliena (intanto , fa sorridere vedere come durante tutta l'invasione i tranquilli abitanti della cittadina in questione se ne stiano tutti in casa a vedere la tv, dato che le strade son deserte e nessuno si affacciava nemmeno ad urlare... giusto per farvi un esempio delle piccole ingenuità di cui parlavo.
Il cattivo...Skeletor... è proprio come deve essere, ossessionato dal Potere. Ossessionato talmente tanto da non avere praticamente altra caratterizzazione, non come i cattivi di oggi che hanno tutti il loro bel profilo psicologico ben delineato.
all'epoca bastava ed avanzava così. Vuoi il potere di GreySkull?
Vuoi diventare il dominatore dell'universo?
Ok, ma poi se trovi moglie comanderà sempre lei, ricorda.



PER LA FORZA DI GREYSKULL!!!!!

Ok, caro, ma adesso mettiti le pattine , che sporchi a terra , caro signore dell'universo.
Scusa.

Hai portato fuori la tigre?

Ehm...


martedì 27 novembre 2012

Il mio primo disegno "serio"


TAAAAAA DA'!!!!!

ricordate quando scrissi che volevo iniziare a disegnare?
Ho iniziato.
A fare una cosa tipo disegnare, visto che non si puo' ancora definire proprio disegno.
comunque:



Matita, su foglio...bianco.
L'ho chiamato "Cancelleria in bicchiere mutaforma"
Ma sono indeciso, forse era meglio "problemi con ellissi e proporzioni".
Vabè fate voi.


EDIT ci ho preso gusto, eccone un altro:

Si intitola "Non puoi dire di odiare davvero la sveglia fino a quando non ne disegni una."

Autumn in Rome

Ero fermo alla fermata del bus, assorto nei miei pensieri, quando improvvisamente un soffio di vento mi ha riportato alla realtà. E meno male, chissà quante corse avevo perso nel frattempo.
Seguo con lo sguardo il vento, o meglio seguo il percorso delle foglie che volavano un po' qui e un po' la, e mi rendo conto che è arrivato l'autunno.
E finalmente, direte voi, che stiamo quasi a dicembre. E' che qui a Roma si è sempre tutti in ritardo, anche la stagione si sarà adeguata. Tanto è sicuramente colpa del traffico o di Alemanno.

Tema - L'autunno

Svolgimento

L'autunno è la stagione che mi piace di più , perchè non fa quel caldo tremendo che c'è d'estate che stai tutto sudato e non c'è quel freddo tremendo che c'è d'inverno che devi supercoprirti.
Mmm però non c'è nemmeno quel tepore primaverile , che ripensandoci non è che mi dispiaccia.
Allora, diciamo che l'autunno se la gioca con la primavera nella classifica della mia stagione preferita.
E' che l'autunno ha quel retrogusto poetico, tenue, soffice, malinconico, che fa tanto poesia.
In effetti è una gran bella stagione, a meno che tu non sia uno spazzino addetto alla pulizia delle strade alberate.
L'autunno è la stagione delle castagne, ma quest'anno sto a dieta e non me le posso mangiare, no come l'anno scorso che me ne mangiai due padelle consecutive, tutto contento perchè avevo imparato a cucinarle.
E' anche la stagione del vino, ma a parte che io vedo che la gente se lo beve tutto l'anno, essendo astemio io non ne godo particolare giovamento da questa cosa.
L'autunno mmm stavo pensando che se avrò una figlia Autumn sarebbe un bel nome.
Però poi non lo so se la società italiana sarebbe pronto ad accettarlo. Del resto non credo permettano di registrarla così all'anagrafe. Mica come Chanel o Ugo.
Ogni volta che viene l'autunno la mia gola inizia a fare le preghiere, che mi dimentico sempre a casa ombrelli e scaldacollo, o forse scendo senza per fare il figo , e passo una settimana a letto con l'influenza insieme ad altre migliaia di fighi.

Fine.





lunedì 26 novembre 2012

Come me te magno la crostatina

Tra le varie merendine che uno mangiava quando era ragazzo (vabè mo non è che qui sta parlando l'uomo adulto eh) c'era la crostatina, che alla fine era quella che preferivo. Non perchè le altre non mi piacessero, però alcune erano troppo cioccolatose , altre erano buone se le spugnavi nel latte, ma da sole non rendevano. La crostatina invece era buona come la prendevi la prendevi.

ricordo che la vita media di una c. negli scaffali di casa mia si aggirava dalle 6 alle 8 ore dalla scoperta. Una volta che un membro della famiglia diverso da mia madre le trovava, nonostante a volte fossero ben nascoste nella speranza di arrivare alla colazione del mattino dopo (speranza vana) si andava nella duplice alternativa scelta: O cercava un complice , che tanto se ricordo bene ce ne erano otto, oppure magari mia sorella passava per caso e il suo silenzio si poteva comprare solo con la condivisione del peccato, oppure semplicemente ognuno se ne accorgeva ed in successione si finivano. C'erano (ci sono) quelle al cioccolato, che ovviamente erano quelle che vivevano di meno , sparendo ad una velocità impressionante , poi quelle ad albicocca che pure non erano male.
Il giramento di palle mio era invece quando aprivi il mobile e c'erano quelle a ciliegia.
A ciliegia.
Ma chi se le mangiava?
Forse solo mia madre, mio padre se magari aveva voglia.
Erano le più resistenti, non dico che arrivavano alla data di scadenza, però nel mobile godevano di una relativa pace, almeno se paragonate alle altre.

quanto alla tecnica per mangiarle, ho poi scoperto che se uno le mette in frigo o addirittura nel congelatore (per poco, eh) poi son più buone.
Poi c'è chi mangia prima il bordo, tipo come fanno molti con il cornicione per la pizza, chi invece procede a "quadranti".

Vi chiederete , perchè questo post cioccolatoso?
Mica questo ha finito la dieta?
No, per nulla, anzi va benone... però così scrivendone compenso un po' l'astinenza da cose che vedo e non posso....
;P

domenica 25 novembre 2012

Un programma perlomeno discutibile

Son tornato. questo è un post un po' differente dai solidi sciocchi.
Oddio , questo non è che ha la laurea, semplicemente non credo faccia sorridere.
Ieri pomeriggio , dopo pranzo, la tv era accesa su di un canale rai, e andava in onda un programma in cui vengono dati dei soldi in mano ad un teenager italiano, che con quella cifra ci deve portare avanti la famiglia per tutto il mese.
Teoricamente un simile programma potrebbe anche avere la sua bella funzione sociale, insomma ha delle potenzialità. Persino educative.
Viene un tizio a casa esperto in management o roba del genere (non ho mai capito che significhi, ma credo che allora pure mammà sotto sotto sia una esperta in management familiare) e spiega al ragazzo che la valigetta con i soldi non puo' essere spesa tutta in caramelle goleador, scarpe e videogiochi.

Ok, direte voi. Ma allora perchè non ti piace sto coso?

Per il fatto che al ragazzo la famiglia ha messo a disposizione un budget di più di cinquemila euro.

Ecco, io di solito non mi scandalizzo o straccio le vesti facilmente. E fare il moralista è una cosa che odio. Però io mi chiedo, ma come dovrebbe sentirsi un cassintegrato, un esodato, un precario o chiunque non riesca ad arrivare a fine mesi e mantenere la famiglia , i figli , il mutuo e tutto quello che c'è, a guardare questo programma?
Proprio la tv di stato (minuscolo) sforna queste perle? Ok, c'era pure l'isola dei famosi e Porta a Porta, ok, però non è che si deve per forza peggiorare sempre.
E pure sti genitori, io ho capito che le disponibilità le avete e non è nemmeno una colpa ciò , però che cavolo e dategli di meno per "giocare" a portare avanti la famiglia.
Niente, che fastidio.
Ho cambiato canale, prima di spegnere.
Vabbè.

Ci sentiamo presto, per cose più leggere ;)

Buona settimana

giovedì 15 novembre 2012

Come eliminare le fastidiosissime mosche

Bene, cari lettori. Ispirato dalla Queenzit   ho concepito una lista di metodi semplicissimi per potersi liberare di questi insettacci così fastidiosi e del loro odiosissimo ronzarvi intorno.

1) Corso in 4 lezioni del Maestro Myiagi

a soli 9,99 euro di iscrizione più 5 a lezione, potrete imparare a catturare questi piccoli insetti rompiballe e a mangiare al ristorante giapponese anche il mais.
In omaggio per gli iscritti fino a dicembre un paio di scatoli di cera lucidante.

2) Alleva il tuo ragno!


Quanta gente in campagna si prende dei gatti per non far proliferare i topi?
Bene, qui il principio è lo stesso: Alleva il tuo bel ragnetto domestico da guardia ed in pochi giorni le mosche si traferiranno armi e bagagli dal tuo vicino!

3) Marzullo


E' un metodo assolutamente non violento,  indicato per quelli di voi che sono insettisti. Se è l'una di notte, avete sonno che domani dovete andare a lavorare, e sta mosca non schioda, sintonizzatevi sulla trasmissione in oggetto.
Se la mosca non si addormenta prima di voi , al limite potrete almeno godere dell'effetto concilia sonno.

4)  Trappola


Eccovi una trappola per mosche. Si basa sullo stesso principio di quella per topi, solo che ovviamente cambia l'esca.

5) Giggi

se nessuno di questi rimedi funziona, potrete sempre mettere una canzone a caso dell'artista qui sopra, il metodo è ispirato alla zanzariera elettrica, il concetto è che la mosca si dirige a tutta forza verso lo strumento che riproduce questo suono e ci sbatte contro all'infinito, nel tentativo inutile di distruggerlo. Questo metodo è stato dichiarato fuorilegge in 43 diversi paesi , ma per adesso in Italia c'è ancora un vuoto legislativo.

6) Vecchi metodi: Un libro


preso uno a caso, eh ?! Non vi offendete se lui è il vostro scrittore preferito.
Insomma , prendete la mira, aspettate il momento giusto e SBAM
Stecchita.
Se proprio siete sadici , potete leggere una pagina a caso, anche se la morte sarà più straziante.
____________________________________________________________________________

Bene, fatemi sapere se vi è piaciuto , è gradito un commento di ringraziamento , dopo un post socialmente utile come queesto , brutti lurkatori che non siete altro!

Parodie in striscie di film e telefilm americani

 
 
 
 






 
 
 
 
 
 


mercoledì 14 novembre 2012

L'uomo che si innamora

L'uomo che  si innamora , particolare specie del genere Uomo , lo riconosci subito, dato che a compiere l'operazione che lo qualifica ci mette pochi secondi: Basta che una ragazza passeggi per strada e sorrida , che una donna in un locale lo fissi per qualche istante, che una cameriera carina pur con la faccia stanca porti a tavola un megapanino gigante , che una commessa pieghi le camicie che ha appena comprato, che la tipa seduta in aula più avanti si sciolga i capelli , con tanto di movimento fluente al rallenty mutuato idealmente dalle scene delle commedie in cui lei sembra una cozza quando invece è un figone, per alcuni è sufficiente persino il fatto che il suo apparato respiratorio sia in funzione.

Ovviamente, nelle ipotesi sopra descritte, ben puo' capitare che la ragazza per strada stia sorridendo perchè magari è una mia lettrice e sta ripensando ad una battuta che ho scritto, proprio mentre te le passi davanti, o che la donna nel locale stia pensando "ma questo mica è un maniaco?Oddio perchè mi fissa, dove casso sono i miei amici?"  ,  ma all'uomo che si innamora questa possibilità non interessa, o almeno il suo cervello non la elabora.
Basta poco , per dare il "la" alla voglia di far partire l'approccio.
A volte gli presentano una , nel senso che si esce insieme con altre persone, e l'uomo che si innamora ci passa la sera a chiacchierare , così, senza nemmeno fare chissà che discorsi particolarmente interessanti o simpatici,che lei magari risponde pure solo per cortesia o perchè gli altri non le parlano e vuole integrarsi, ma ciò basta per fargli partire l'avvio dei vari film , normalmente sentimentali tipo quelle stupide commediole americane, ma in alcuni casi si immagina scene di genere un po' diverso, anche se in quel caso non siamo propriamente nella fattispecie dell'uomo che innamora.
Perchè quest'ultimo è romantico , a modo suo: La donna scelta, volente o nolente, diventa la protagonista dei suoi pensieri. Deve averla, o almeno provarci.
Si inizia che deve chiamarla, contattarla, per poi sentire il bisogno di chiederle di uscire.
Molti maschi finiscono la fase dell'innamoramento facile al raggiungimento dei venti anni, di conseguenza le donne che incontrano in seguito devono sudarsi un po' di più il corteggiamento.
Ma molti restano persone innamorate dell'amore, che credono nella proprietà commutativa (cambiando i fattori il risultato non cambia , era questa?) insomma spesso non è sbagliato ritenere che o una o un'altra andrebbe bene lo stesso.

Ovviamente l'uomo che si innamora non piace molto alle donne, un po' per quella strana legge per la quale chi subito ti vuole ti fa perdere interesse, un po' per il teorema di Ferradini, un po' perchè l'uomo che si innamora tende ad essere stucchevole , mieloso , rompiballe.
La funzione sociale dell' ucsi (acronimo , mi scoccio di riscrivere sempre , così come suppongo voi vi scocciate di rileggerlo ogni volta) è quella di conferire autostima a diverse donne, anche se poi tale comportamento svantaggia il resto degli uomini, dato che fa convincere la donna di avere potenzialità che magari non ha, e cià la porta a vantarsi ed essere più choosy , tanto per usare un termine in voga in questo momento. Insomma l'ucsi rovina la piazza, spesso , agli altri uomini.


Gli amici "normali" , che hanno già passato questa fase o non ci sono mai caduti, inutilmente provano a metterlo in guardia dal tenere tale comportamento: C'è solo da rimediare botte.
Pure che ti va bene, poi di solito non dura. Ma lui niente, gli altri non possono capire quello che prova, il suo è bisogno che va soddisfatto, anche solo dal corteggiamento.

L'uomo che si innamora ci prova quindi con tutte, anche quelle fidanzate, almeno fino a quando trova il primo ragazzo che lo stroppea di mazzate, cosa che lo porta ad essere più selettivo.
Gli amici fanno in modo da non presentargli più nessuna , altrimenti poi devono risponderne nel momento in cui lui inizia a prenotarsela, già nella fase della presentazione.
Ci manca solo che dica "Oh , quella  è mia! " agli altri single.
di solito è un po' più raffinato, non appena si resta soli tra uomini dice qualcosa tipo "Ma hai visto Tizia? Eeeeh... " ed è anche il primo a chiederle il numero o l'amicizia su fb, non capendo che quello è il modo con cui si autoelimina e lascia il tutto alla concorrenza.

Concludendo, donne, un po' di pazienza.
E se proprio non vuole capire che non è cosa, fateglielo capire in maniera chiara e diretta, senza farvi troppi problemi, troverà sicuramente un'altra di cui innamorarsi.




Revival - un po' di cultura ogni tanto... Quanno nascette Venere


copyright Botticelli





Opera iconica del Rinascimento Italiano, faceva forse anticamente pendant con l'altrettanto celebre Primavera, sempre di Botticelli, con cui -pensate- condivide l'autore.
Il quadro fu acquistato su ebay da due fratelli di Firenze, un cardiologo ed un ortopedico, noti in citta' come I Medici, ad un prezzo che le note dell'epoca non riescono a riferirci,a causa di alcune operazioni magiche del commercialista di famiglia.
La critica ancora oggi ha dubbi sulla data esatta in cui tale quadro fu finito, per qualcuno prima del 1482, quando il Botticelli ando' in gita a Roma per mangiare i bucatini all'amatriciana e la coda alla vaccinara , utilizzando come scusa con la moglie il fatto di dover dipingere il tetto della Cappella Sistina.
Se avete una monetina da dieci cent fate un lancio: Se esce testa, quella testa è un particolare di questo quadro,la testa di Venere,appunto.
E' stato chiamato per ragioni di marketing "la nascita di Venere", ma in realta' la scena che raffigura è un'altra,cioe' l'arrivo della dea sull'isola di Cipro, possiamo anche notare sul volto della donna una leggera amarezza, dovuta al fatto che avrebbe voluto sbarcare a Mykonos, cosa che si puo' desumere anche dal suo abbigliamento così audace.
Venere non aveva trovato nessuna offerta decente per il viaggio, quindi si ridusse a viaggiare su di una conchiglia. Volendo che la cosa fosse Low Cost , chiede al suo amico Zefiro di usare il suo soffio come combustibile , in questo modo avrebbe anche potuto asciugarsi i capelli durante il viaggio.Zefiro è accompagnato da un personaggio femminile,una velina senza nome,che sta li silenziosa solo per simboleggiare la fisicita' dell'atto d'amore, quindi è il vento della passione a muovere Venere.
Quella signora a sinistra, che pudicamente serve un asciugamano alla dea, è una delle Ore (delle cose che ci sono prima che cambino le stagioni)
Da un' analisi del quadro, ci si chiede come mai la venere si copra le pudenda, pur essendo vestita solo dei suoi capelli. Si chiama "contrapposto", ma qui non interessa.
Questo quadro,come altri, ha uno schema triangolare,nel senso che abbiamo la ninfa a sinistra , poi il soffio vitale a destra e a centro le Venere. In base al teorema di Pitagora possiamo agevolmente calcolare il diametro della conchiglia. Molti ritengono che venere qui sia l'equilibrio tra passione fisica e purezza spirituale, dato che le figure ai lati compiono gesti opposti.
Il quadro si trova attualmente nella galleria degli Uffizi , a Firenze. Se passate di li,mi raccomando, ricordatevi di tenere i fari accesi

martedì 13 novembre 2012

Sfacciata spudorata pubblicità per un blog amico

Allora, ho appena scoperto che la sorella di uno dei miei migliori amici è diventata una blogger, la cosa, oltre a farmi piacere perchè così ho un lettore fisso in più ;P , mi ha suscitato un istinto da guida \ mentore \ esperto sul campo , quindi le ho dato i primi consigli del caso ecc.

Siccome è un blog appena nato, mi farebbe piacere incoraggiarla inviandole qualche lettore... quindi, se vi va , fate un giro da lei:

http://soffiocreativo74.blogspot.it/


Mi raccomando , eh !
(si parla di cucina e cose affini)
Su, datele il benvenuto sulla piattaforma :)
Prometto che se le sorelle dei vostri amici aprono un blog ricambierò il favore.








Ok, Marià, fanno 20 euro di fisso e 2 ogni nuovo follower.






ps cari lettori, oggi ho scritto un altro post, vagamente maschilista, lo trovate appena in basso ;)

Dieci " Perchè ??" sulle donne

1)Perchè se le critichi non le capisci, mentre se le capisci e non le critichi allora non hai personalità?
E quindi perchè alcune vogliono l'uomo che le faccia non dico soffrire ma che non le caghi proprio, che le trascuri, che faccia lo stronzo , che esca con gli amici e la lasci a casa a guardare "C'è posta per te" , che non lavi mai i piatti, che non faccia mai loro sorprese, e quando hanno per le mani il c.d. bravo ragazzo poi non sono contente perchè manca quel...quel non so chè....... ma va' va'!

2) Perchè son convinte che essere complicate sia una cosa di cui compiacersi? Ovviamente togliendo la parte di colpa che va data alla canzone di Ruggeri , che fece l'immane errore di aggettivizzarle come dolcemente complicate, manco fossero un sudoku sulla cui pagina è stato rovesciato dello zucchero.


3) Perchè sono così contente quando trovano qualcosa in saldo che gli piace? Anche io son contento se trovo un paio di scarpe a meno rispetto a quanto costano di solito, ma non è che chiamo i miei amici e mi metto a vantarmene , o lo scrivo su facebook, oppure chiamo la mia donna o mia sorella per dir loro quello che sono riuscito a trovare in offerta.

4) Perchè quando sentono il bisogno di cambiare vanno dal parrucchiere e gli danno 80 euro - in media - per farsi accorciare un po' i capelli e farseli colorare di un altra tonalità? Perchè durante il tragitto non incontrano mai nessuno che le ferma, oppure uno psicologo in sala , invece delle solite riviste di gossip, che  fa loro un colloquio prima del taglio, per accertarsi se davvero si vuole procedere  o è solo il desiderio istintivo di un momento? Son certo che dopo un minuto molte uscirebbero, serene, dopo essersi fatte fare uno shampoo, giusto per il disturbo.

5) Perchè se per tragedia il taglio non corrisponde a quello sperato (o almeno l'effetto non è come quello della attrice \cantante \gnoccolona che porta lo stesso taglio) sono capaci di ammazzare il parrucchiere? Insomma, credo che ci vorrebbe una assicurazione ad hoc per questi poveri professionisti , anche se nessuna compagnia accetterebbe mai di coprire un rischio simile


6) Tornando al punto 2) perchè invece altre si sentono piccole stelle senza cielo? E soprattutto come è che ci si sente in questi casi? Io a volte mi sento un grande albero senza radici, mio cugggino invece una media montagnola senza neve, ma la cosa non sembra poi tanto poetica.

7) Perchè si mettono le scarpe con i tacchi anche quando già sanno di dover camminare tanto durante l'uscita? Ed in più prevedono che ci saranno le terribili grate ingrate che fungeranno da mortal trappola con rischio spezzamento tacco e perone?

8) Perchè si coltivano una amicizia enorme al limite della morbosità con un'altra donna, che le porta a condividere tutto il condivisibile , arrivano pure a minacciare di lasciarti se non rispetti il loro rapporto, e poi le rincontri dopo qualche mese e non si parlano più?

9) Perchè tra donne ci si scanna , c'è questo azzannarsi woooff woooof grrrrrrrrrrrrrrr tipo cani, alla minima cosa? Delle volte lo stesso comportamento potenzialmente fastidioso , se posto in essere - nei confronti della donna - da un uomo , produce un "Vabbè fa niente" , mentre invece fatto da una altra donna porta quasi alla lotta nel fango.

10) Perchè noi uomini non possiamo vivere senza una persona che ci dica quello che dobbiamo fare , come lo dobbiamo fare, quando lo dobbiamo fare (ora, non dopo!) , con chi non lo dobbiamo fare, cosa avremmo dovuto fare prima, cosa dobbiamo fare dopo, perchè non dobbiamo farlo, che non lo abbiamo fatto bene, e che potevamo farlo meglio?

lunedì 12 novembre 2012

i puffi e facebook #2


Eccovi un'altra parodia di come la gente oggi usa i social network , attraverso gli omini blu alti due mele o poco più.Come l'altra, clikkate sull'immagine per vederla bene.

Di post e di scommesse perse

Ieri per colpa vostra ho perso una scommessa.


Bravi, cari lettori. Grazie mille, eh?

Sabato avevo scritto un post , oggettivamente niente di che, una specie di diario della giornata.

Lei lo legge e mi fa’ : “Mah , secondo me sto post è un po’ fiacco , non lo leggerà nessuno!”

Ed io “ma che dici?Come osi? Vuoi vedere che arriva almeno a 8 commenti?”

(fermo restando che il numero alto di commenti non è garanzia di bel post , ma ormai mi era scattata la reazione di orgoglio sborone, avrei potuto dire 5 , 6 , invece 8… roba che difficilmente ci arrivano quelli più elaborati…) Insomma, adesso mi ritrovo che il prossimo fine settimana che ci vediamo mi tocca lavare tutti tutti i piatti , tazze , tazzine e qualunque altra cosa utilizziamo per mangiare.

(va beh, di solito almeno una volta ogni 3 riesco a farlo fare a lei…)

Comunque grazie, eh, a tutti i laconici ermetici introversi riflessivi che mi leggono



;P

domenica 11 novembre 2012

Un sabato di ordinaria geggità

ore 9 : La sveglia.
Chi cacchio l'ha messa? Per una volta che si puo' dormire di più... che fuori piove ed è così bello starsene spaparanzati nel piumone?
Ok, l'avevo messa io , che alle undici c'è la lezione di pilates.
ore 10 : La colazione.
Da quando sto facendo la dieta niente più zuppettone di biscotti nel latte, niente più cornetto al bar con cappuccino , insomma mi nutro di un po' di latte scremato nel quale galleggiano pezzi scassati di fette biscottate integrali. In tutto questo devo pure muovermi , che tocca scendere tra poco.
Ore 10:55 : Reception palestra.
Salve, scusi il ritardo, è colpa della mia donna che si deve sempre truccare, non riusciva a fare la cacca e abbiamo dovuto aspettare, c'era traffico , pioveva , le cavallette oh dio mio le cavallette!
Posso andare?
Un secondo, compili prima questa scheda...
Ed io che compilo quella scheda, prima di accorgermi che avevo dimenticato l'apposito asciugamano (me ne prestano uno, è un centro tutto frik-chic , entro nella sala, ringrazio, mi tolgo le scarpe , mi tolgo pure i calzini che avevo sapientemente e previdentemente lavato i piedi.
Ore 11:05 Inizia la lezione.
L'istruttore sembra bravo, è una lezione esclusiva. Nel senso che escludo che la finiro' tutta.
Il pilates è una trappola, nel senso che devi stare lì e fare tutti gli esercizi che ti vuole far fare l'istruttore, altrimenti fai la figura di merda. Ed allora cerchi di farli tutti, e li fai. Poi stanotte son cassi, con i muscoli che ti chiedono il conto.
Ore 12:00 Finisce la lezione , tutto distrutto ed allungato saluto e faccio per andarmene, quando la ragazza segretaria mi ferma e mi riempie di informazioni per farmi iscrivere: Mi illustra minuziosamente le offerte, mi spiega i vantaggi , addirittura mi darebbero dei trattamenti omaggio, creme, depilazione.
Ma insomma. Eppure credo di sembrare abbastanza rozzo da far intuire quanto queste cose mi interessino poco. In ogni caso assumo l'espressione parla-pure-che-mi-interessa e la tengo su per circa cinque minuti, facendo attenzione ogni tanto ad annuire. Poi finalmente finisce.
Ore 12:40 Il centro commerciale
Comodo per fare spesa, mancavano dal frigo un po' di verdure ecc e poi il Cagnaccio doveva fare un po' di commissioni. Me ne vado in giro per il negozio di elettronica, mentre lei fa tutte quelle cose che fanno le femmine. Ed ecco che arrivo lì: Reparto videogiochi.
Ed ecco che , puntualmente, come ogni volta acchiappo quegli odiosissimi bambini che si piazzano davanti ai videogiochi di prova, e non si schiodano. Si mettono lì, e giocano giocano, nonostante quei giochi ce li abbiano già a casa. Ed i genitori avallano, non gli danno un calcio in culo e dicono "vai a studiare!"
Dio che cosa triste, questo divertimento dinnanzi ad uno schermo, insomma non è sano.
Finalmente vanno via.
Così mi metto io, lì vicino.
Per miracolo la consolle si libera.
E' tutto così strano, non ricordo fosse mai capitato. Mi guardo intorno, in attesa del bambino che passi di corsa e si prenda il joypad, ma nulla. C'era solo io.
Mi sono seduto, con calma,ed ho iniziato una partita ad Assassins.
Avrò giocato un paio di minuti, prima di voltarmi e vedere un altro tizio che mi fissava.
Mi son alzato dopo poco, che diamine, volevo far provare anche a lui l'ebbrezza di sedersi lì, al posto di quei mini rompiballe egoisti.
Esco e faccio un giro, finendo nel reparto ristoranti, pub o quello che è.
Una specie di piazza, piena di tavolini, con gente che mangiava ovunque. Mangiavano paninozzi, fritti, pasta, tutta roba che ora è nel libro nero. Mi sentivo come un exfumatore fuori ad un locale, con tutti i peccatori che peccano e te che che pensi "ma che fate, smettetela, fa male, andate a fan culo va brutti porci poi questa estate vediamo , eh?Lo sai quante pizze buone ho mangiato io, meglio di quella cosa strana che hai in mano te, signore eh? Io sono di Napoli!!"
Vabbè , per fortuna Lei mi è venuta a recuperare.
Ore 14:00 Si mangia.
Finalmente,direi. Guardate voi che cavolo di orario.
Ore 14:20 Lavo i piatti.
Vabbè , ha cucinato lei.
Ore 14 e 30: Riposino
Ore 16: Sveglia , devi studiare.
Ore 16 e 30 Iniziamo a studiare.
Ore 18:00 Vabbè , qualcosa ho fatto.
Ore 18 :15 : Relax (...)
Ore 20:30 Cena
Ore 22:30 Skyfall.
Il nuovo film di Bond, James Bond.
Era il primo che vedevo , mai visto uno. Del resto non ho nemmeno mai letto un suo libro. E nemmeno ascoltato un suo disco, nemmeno per errore in radio. Credo di non averlo nemmeno su facebook.
Devo dire che è un bel film, se togliete la parte iniziale troppo fracassona e a tratti marchettara , con in bella evidenza il marchio dei prodotti utilizzati. Poi la trama comincia ad infittirsi e si distribuiscono bene le scene di azione. Il cattivo è caratterizzato decisamente bene (un Javier Barden davvero bravo , per quel poco che capisco io di recitazione) qualche colpo di scena , James che strombazza un po' qui e la a tutte quelle che gli dicono "salve" , azione e tutto il resto. da vedere.

ore 2:20 di domenica: Scrivere il post domenicale, che non hai sonno.

sabato 10 novembre 2012

Revival - Donne : Chiariamo questa cosa della tavoletta alzata??

I "revival" , i nuovi di voi non lo sanno, sono dei post vecchi che ogni tanto ripropongo, un po' per farli conoscere ai nuovi arrivati, un po' perchè mi scoccio di scrivere cose nuove.
Oggi ripubblico un post dell'ormai aprile dell'anno scorso (o forse era questo, boh?)
tanto è ancora così attuale....
ps poi li rileggo e mi vergogno di tutti gli errori grammaticali e di sintassi che commettevo... vabbè non è che mo' sono molto meglio , però...
_______________________________________________________________________________

Allora, noto con piacere che tra i lettori del blog la percentuale di donne è consistente, quindi vi chiedo , una volta per tutte , di risolvere questo dilemma che attanaglia noi uomini al quale non riusciamo proprio a dare una spiegazione razionale.




MA CHE CACCHIO DI FASTIDIO VI DA LA TAVOLETTA DEL GABINETTO ALZATA???



Si , parlo del fatto che , a volte , ad un uomo possa capitare semplicemente di dimenticare la tavoletta alzata , non stiamo parlando di lasciare "residui di urina" sui bordi , quello posso capire faccia schifo (anche se , credetemi , non è che prendere la mira sia facilissimo , in fondo è una questione idrica. Non so se avete mai preso in mano una "cannola" , un tubo dell'acqua per innaffiare le piante , basta che ti distrai un attimino a pensare ai fatti tuoi e la pressione fa oscillare il tutto) qua stiamo parlando, dicevo , del semplice omettere (con colpa o dolo) di abbassare la tavoletta.



Pure la mia donna una volta mi ha fatto una testa così, durante la mia fase di "addestramento" , spiegandomi che devo abbassarla altrimenti poi tocca ogni volta a lei farlo.



Una volta prende e mi convoca in bagno, con tono solenne di rimprovero.



"Oddio, che avrò fatto?" penso.

Avrò lasciato dei peli della barba nel lavandino?
Facendo la doccia avrò fatto il classico lago a terra?
Dimenticato di aprire la finestra dopo l'evacuazione?
tubetto di dentifricio spremuto a cavolo?

La mia mente elabora, in ordine casuale di gravità , le possibili imputazioni.

Poi se ne esce con sta storia che ho dimenticato di abbassare la tavoletta.
Vabbè tutto qui? La abbasso, e lei mi da il biscottino.

Ho capito.



Però sta storia continua a non essermi chiara. Cioè , che temete?
Tipo che arriva un'ospite , entra in bagno per lavarsi le mani , e trova - orrore - la cosa alzata?
Oppure che la notte di alzate di corsa, al buio, vi sedete al volo e sprofondate?
Oppure vi sedete al volo e vi freddano le chiappe?
Dopo , nel caso dell'ospite, racconta alle amiche "Oddio cara, lo sai sono stata a casa di Tizia, non puoi capire in quel bagno cosa ho trovato , la tavoletta era tutta alzata!"

"Noooo...da lei non me lo sarei mai aspettato, sono sicura che è colpa del ragazzo.E tu che hai fatto?"

"Eh..niente , però non ci torno più!"

venerdì 9 novembre 2012

Se i puffi avessero Facebook...

clikkate sull'immagine per vederla bene...


(se vi piace e volete condividerla su facebook degli umani, la trovate sulla pagina di " Le avventure di Scoopy " )
 


giovedì 8 novembre 2012

Gegge vi spiega il galateo: 3) Il matrimonio

Terzo appuntamento con le recensioni in parodia (ci si prova) del galateo, dopo aver analizzato il primo appuntamento e il comportamento a tavola , stavolta vediamo un po' come ci si comporta ad un matrimonio.
Come al solito le fonti sono i vari siti web raggiungibili su google scrivendo "galateo matrimonio " , dato che su For Man Magazine e Cioè non ho trovato nulla.

Iniziamo subito con tutto ciò che riguarda il capitolo spese, che anche se l'abito da sposa non ha tasche, quelli che si indossano fino al giorno prima e dal giorno dopo decisamente si.
Da una breve ricerca in rete sembra che secondo il galateo ci si debba ripartire le spese tra famiglie.
(fonte ad esempio qui)
In pratica ci sono alcune voci che spettano alla famiglia di lui, altre alla famiglia di lei.
Ora, non avevo mai sentito parlare di questa lista, comunque se state per sposarvi e le vostre famiglie si stanno sottilmente scannando o lamentando perchè uno paga una cosa, uno paga un'altra, potete sempre appellarvi a questa lista. Così , a quanto pare, ad occhio e croce, non è che la suddivisione sia proprio equa .
Insomma, vi basti pensare che la famiglia di lui dovrebbe comprare sia la casa che arredarla.
Tranne che la camera da letto, che quella no, tocca che la scelga la donna.Cioè che la paghi la famiglia di lei. Sarà contento il padre, che uno non solo andrà tutte le sere  a letto con sua  figlia , ma pure a sue spese.
Eh , però il materasso su cui poi salterelleranno, almeno quello , lo deve pagare la famiglia di lui.
Forse proprio per non dare quest'altro affronto al suocero.

Il ricevimento , invece, che pure è una bella mazzata in fronte, sembra spetti alla famiglia di lei.
Così come il fotografo. Poi deve pure pagare per il vestito di lei, insomma ok che cacciano un bel po' pure loro, però niente di paragonabile ad una casa.

Ma lasciamo da parte questa zuzzarie, che ,alla fine, tanto come si divide si divide poi ci saranno sempre scrascichi , rivalità e rinfaccini per anni , almeno fino all'eventuale battesimo del pargoletto , e passiamo alle cose per la cerimonia . Per quanto riguarda le disposizione dei tavoli, esistono a quanto pare diverse regole che andrebbero seguite ( se volete, ecco un blog in tema è pure di blogger , quindi fateci un giro ;)
però alla fine secondo me si va per simpatia ed antipatia, insomma tocca fare in modo di non far stare vicina gente che si sta sulle palle, tipo degli ex, peggio ancora se ci sono i nuovi partner, e magari cercare di accoppiare potenziali persone che potrebbero piacersi , però cari sposi fate attenzione, che se poi si piacciono e si sposano poi decidono di farvi fare i testimoni e dovete cacciare un bel po' di soldi in più per il regalo.

Ecco un altro sito pieno di curiosità in tema , in cui vengo a sapere che non è bello portare un vestito nuziale con un grosso strascico,senza che una damigella lo tenga.
Ed io che pensavo che Pippa volesse solo farvi ammirare il sedere.
Comunque secondo me questa norma l'ha concepita una donna, perchè non voleva poi lavare lo strascico che in lavatrice viene malissimo ed in lavanderia fanno mille problemi.

Purtroppo sembra che in chiesa siano vietate le scollature troppo generose, un po' per decenza e rispetto verso il luogo sacro, un po' per non far venire dei rimpianti allo sposo nel caso in cui la sua donna sia poco formosa da quella parte, proprio in un momento in cui deve decidere di chiudere con le cose sopra la seconda. Pensate se si voltasse indietro e notasse anche solo una maggiorata: Cosa potrebbe mai succedere?

Inoltre tocca fare attenzione particolare alla parte posteriore dell'abito, dato che durante tutta la cerimonia la gente vi guarderà dietro. Quindi attenzione a non essere bersagliati dai piccioni, che lo noteranno tutti.
Vabbè che è un problema solo dello sposo, per le donne il bianco al massimo camuffa.

Comunque passiamo alle cose cose serie , che tutti vorrete sapere: Quando consegnare la busta .
E poi a chi si da, allo sposo o alla sposa?
Insomma, ho girato tre\quattro siti e non ho trovato nulla di particolare, sembra che si debba consegnare prima e non il giorno del matrimonio, io però ho sempre preso da parte i miei amici tra una portata e l'altra, dopo essermi sincerato che il cibo fosse di mio gradimento, e poi gli ho detto che c'era posta per lui.
Di solito appunto ci si scambiava il legittimo dubbio con gli amici:
"Senti ma te già l'hai data?" " Quando gliela diamo?" "Diamogliela insieme!" "Dove sta sto scemo?"
poi lo chiamavi a te, e gli davi sta busta , tutto in fretta un po' imbarazzato, lui ti rispondeva grazie un po' imbarazzato,come se foste un politico che sta intascando una mazzetta da un mafioso.
Da ciò abbiamo appurato che l'abito maschile deve avere le tasche larghe.

Se volete un consiglio, secondo me si dovrebbe fare una specie di cassettella delle busta su di un tavolo, magari tutta bella rifinita o scì scì come volete voi, legata con una catena ed un rottwailler ben addestrato a custodirla , in cui uno va lì e mette la busta, evitando imbarazzi a tutte le parti.
Solo che vista la quantità di cibo che gira nei matrimoni, distrarre il rottwailler con la pasta che i bambini non hanno mangiato è fin troppo facile, e la cassetta sarebbe in costante pericolo furto.
Bande di criminali organizzerebbero rapine in quantità, addirittura si travestirebbero da camerieri del catering, e durante il karaoke, mentre lo zio è brillo e canta per la terza volta una canzone di Michael Bublè, ne approfitterebbero per mettere a segno il colpo

. Ma che schifo di paese, uno non puo' avere una idea geniale che subito tocca bocciarla.
tsè.




ps se qualcuno dovesse curiosare ora nella mia cronologia, con tutti i siti in tema che ho visto , chissà che penserebbe!  ;P

mercoledì 7 novembre 2012

Di novello zio e di step da palestra

Ok, prima le cose serie e poi un aneddoto ( si spera) divertente

Sono diventato zio.
E' una bella sensazione, che ho realizzato solamente quando l'ho avuto in braccio. Ed avevo una paura tremenda di prenderlo, avevo paura che ne so, che cadesse (anche se i bambini rimbalzano, o almeno così dicono) oppure che io gli starnutissi in faccia, anche se non ho il raffreddore , o qualunque altro tipo di cosa che un esserino così piccolo e fragile sembra così indifeso, anche perchè uno così piccolo al massimo l'avevo accarezzato oppure messo il dito nel palmo della sua mano, che hanno l'istinto prensile e te lo stringono. Qui potete ammirare l'espressione di terrore simulata da un sorriso pochi secondi prima che me lo passassero:


No, non sto recitando il Padre Nostro
 Comunque poi alla fine me l'han passato , e c'era la paura che devi stare attento a tenergli il capo.
Dopo qualche secondo mi son calmato, anche perchè lui stava dormendo tranquillamente.
Da allora in poi ho cominciato a godermi la bellezza di quel momento. Caro nipote, come zio non potrò essere molto presente, visto che viviamo a centinaia di chilometri di distanza, ed ogni volta che scenderò a casa noterò subito i cambiamenti che lo sviluppo ti porterà.
E vabbè. Chissà se mi faranno fare il tuo padrino.
Credo proprio che mi offenderò, se non sarà così, sai?
Che poi il padrino è pure una figura importante, lo sapete che se dovesse succedere qualcosa ad i genitori (grattiamoci le palle) poi è il padrino che si deve prendere cura del piccolo?
Insomma, tutti vedono il film di Marlon Brando (il primo, gli altri non considerimoli nemmeno) e pensi che si tratta soltanto di fare offerte che uno non puo' rifiutare oppure prestare soldi oppure ancora picchiare chi ti rompe le palle. Invece è una cosa piuttosto solenne, non si limita tutto a farti un bel regalo e le foto in prima fila al battesimo.
Comunque le sensazioni sono belle, anche se si alternano con momenti di riflessione. Una strana sensazione, ti senti improvvisamente un po' più vecchio, vedi che il mondo sta andando avanti e ne hai la prova concreta tra le tue mani. Poi guardi tua sorella sul letto, non puoi fare a meno di pensare che colei che ha dato la vita a quest'esserino è la stessa persona con cui sei cresciuto, con cui da bambini vi tiravate i capelli o facevate i dispetti. Da bambini tipo fino a 5 anni fa, e solo perchè me ne sono andato a vivere in un'altra città e di capelli così lunghi manco Raperonzolo.


Comunque, ora che vi siete fatti la palla con questi pensieri pseudo profondi , passiamo alle cassate , che lo so che è per questo che siete qui. Vi racconto un aneddoto di vita vera vissuta:

Allora, una sera di poche settimane fa ero in palestra, la mia lei stava lavorando e quindi ero andato da solo, per la prima volta. Dopo aver fatto un po' di tappeto vado vicino allo step, e resto in piedi senza salirci sopra. Inizio a pensare un po' ai fatti miei, come faccio spesso , e resto fermo.
In realtà stavo pure recuperando , che ero stanco.
Accanto a me una ragazza mi dice "devi salire e premere questo tasto!" , destandomi dai miei pensieri.
La guardo , è pure carina.La ringrazio e salgo sull'attrezzo. Ora che ho la coscienza della vicinanza di sta tipa, inizio ad impostare il programma. Poi mi fermo un attimo. E la tizia, premurosa e gentile, mi dice tipo "guarda, devi premere prima questo tasto!" E io la guardo e la ringrazio, dicendo che lo sapevo.
Lei quasi si scusa, le replico che non deve certo farlo, anzi, è stata gentile.
Ma allora, perchè mi ero fermato, direte voi?
Non so se siete mai saliti su di uno step da palestra, di quelli elettronici , ecco c'è una cosa che credo sia completamente fuorilegge in quanto vìola la tua privacy, rendendo accessibili alcuni dei tuoi dati sensibili: Innanzitutto devi mettere l'età , vabbè questo non è un prolema (a meno che tu non sia una di quelle donne che proprio non vorrebbero renderla nota) ma poi arriva il momento in cui devi digitare il peso. Stavo per inserirlo, quando penso che magari sta tizia stava guardando . Ok, magari non mi cagava proprio, però è lo stesso. Sapete, toccava fare tipo come col bancomat , quando digiti il pin e metti la mano avanti per non essere visto. O digitare il più velocemente possibile. Chissà se qualcuno mente anche allo step, tipo una signora mette qualche anno in meno per sentirsi più gggiovane,oppure un tizio mette che pesa di meno per non fare brutta figura con le donne che sono sugli strumenti accanto. Che poi con sti attrezzi scatta pure la competizione , non sia mai che quello a fianco va ad un livello più alto del tuo , magari facendo pure la faccia indifferente.
Ed aumenti di livello fino a raggiunerlo.
E lui se ne accorge ed aumenta a sua volta.
E lo saluti, si avviasse lui in cima, che tu al massimo prendi l'ascensore.




lunedì 5 novembre 2012

Curiosità sulla riproduzione delle varie specie animali


Capire se un topo maschio è "venuto" è facile: Deve cadere sul fianco. Non credo che simulare, per lui,  sia poi così difficile.Però... mettete che è distratto, lei se ne accorge e dice “ma non cadi?non ti è piaciuto?” ed allora "Oh, scusa, cara, si...certo,ooooops...." 
Mentre invece, se una topa non ha mai visto un topo maschio, basta che le presenti uno di essi e lei va in calore dopo 72 ore. Questo è l'effetto Whitten , io sono ignorante e non so chi è , però se si tratta di un tizio che riusciva ad eccitare le donne in soli tre giorni , con la sua semplice presenza , allora è sicuramente degno di rispetto.



Di solito si dice che chi tromba tanto è un mandrillo, però forse non sapete che i leoni lo fanno dalle venti alle quaranta volte al giorno. Questo vuol dire solo due cose: O hanno una eccezionale intesa di coppia oppure lui è mooooolto veloce. A volte , inoltre , capita che la donna si accoppia anche con altri del branco, che poi la Savana è piccola ed i felini parlano , e puo' capitare che quando partorisce non si sappia chi è il padre, insomma non ho capito come ma puo' capitare che con una figliata ci siano diversi padri. Questo per la felicità dei leoni avvocati del branco , che ogni volta si fanno un bel po' di soldi , è tutto una richiesta di test del dna sui peli della criniera,  insomma ci si sbrana.



Quello che si dice della mantide religiosa lo dovreste sapere, insomma se la conosci la eviti. Ti invita a casa sua, si riproduce con te, poi improvvisamente ti fa': “Sai, caro, è stato bellissimo. Ma adesso ho fame!” “Ok, ti vado a prendere qualcosa in frigo” replica la mantide maschio.
“No, no, non fa niente , vieni qui...” e gnam gnam.

Poi dopo si pente e fa una preghierina di perdono.



Sulle scimmie ci sarebbe tanto da dire, comunque gli esemplari donna , mentre sono “abili” , hanno le pudenda ingrossate, in bella vista per i maschi, che , proprio come gli umani quando vedono una con le forme generose, diventano scemi : Le portano il cibo , aprono la portiera della macchina , insomma l'evoluzione non ci ha fatto fare grandi passi in avanti , in questo senso.

Le donne invece , giunta una certa età , si comportano un po' da milf e si trovano un toy-monkey più giovane,da mostrare alle amiche. Poi rinsaviscono, pensano “ma che sto facendo?Lui sta con me solo per fare esperienza!” e si trovano un maschio loro coetaneo per metter su famiglia.



Gli elefanti, sessualmente maturi già a 11 anni, di solito non si accoppiano prima dei 30.

In questi venti anni di seg trastullamenti forzati sono, non si sa ancora per quale motivo, molto aggressivi. Le donne invece sono più precoci, dimezzano i tempi medi dell'altro genere.

Quindi se ne deduce che all'elefantessa piace la proboscide matura, che le infonde sicurezza, mentre i coetanei sono visti come giovincelli non ancora affascinanti, forse per colpa dei brufoli.



Per le api, anche se questa cosa veniva come al solito censurata nel cartone dell'ape Maya, c'è solo una femmina che ha il diritto di riprodursi, mentre tutte le altre operaie stanno a lavorare per lei, fornendole la pappa reale, che serve a metterla in forze. E di forze ne ha bisogno, perchè quando è pronta prende e fa il così detto “Volo nuziale” , in pratica si prende una quindicina di Fuchi e inizia la gan danza dell'amore. Se per sfiga proprio quella sera che esce viene a piovere, e non si puo' far niente, allora l'ape regina diventa una fucaiola, nel senso che farà solo figli maschi, cioè i fuchi.



I maiali lo fanno un paio di volte l'anno, però l'orgasmo dei maschi dura circa 30 minuti.
Un'ora di fuoco all'anno. Che tristezza però dover aspettare altri 5 mesi e 29 giorni. Voi fareste a cambio?

Piuttosto, si dice che del maiale non si butta via nulla.
Nulla????
Mi sa che smetto di mangiare salcicce.





Il maschio della specie umana si accoppia, se gli va bene e la sua donna non ha mal di testa, in media dalle 1 alle 7 volte a settimana, tranne per un periodo di qualche giorno al mese in cui la femmina non si lascia avvicinare se non hai in mano un barattolo di nutella , ma nel quale non è comunque consigliato interagire troppo. In genere il maschio è potenzialmente alla ricerca di altre donne, ma la cosa puo' costargli diverse contusioni cerebrali e nel peggiore dei casi l'amputazione dei genitali, in base al grado di possessività e vendicatività della femmina che si è scelto.

Per quanto riguarda la fase preparatoria all'atto riproduttivo, il maschio di solito tende a portare la donna a nutrirsi in luoghi consoni , farle dei complimenti mettendo in risalto le sue doti e glissando sui difetti, ed a far finta di essere interessato , per tutta la sera , a quello che lei gli sta dicendo.

Una volta che la femmina è soddisfatta, qualora gradisca iniziare una relazione potenzialmente duratura con il maschio Alfa, gliela fa' generalmente annusare,per poi ritrarsi, conservando la sua scoperta completa almeno per l'appuntamento successivo.





Mmm , quale è la specie più strana?

Non saprei dirlo.
(ps ovviamente le curiosità sono tutte vere, con come fonti vari siti scientifici)

domenica 4 novembre 2012

Il mondo quando sei a dieta

 
Oggi per voi vignetta.
Non ho bisogno di dirvi a cosa è ispirata vero?
Bene, se vi piace la trovate anche sulla pagina fb di Scoopy  ( scrivete nel motore di ricerca di facebook " Scoopy le avventure di uno scopettino " ) e se volete , da lì potete condividerla.
ciao a tutti ;)
ps risoluzione consigliata almeno 125%

venerdì 2 novembre 2012

Ucronìa #1 il mondo con le donne che abbordano gli uomini

"Ucronìa" è una specie di ...coso, come ve lo spiego, insomma andate su Wikypedia.
Per il resto, partiamo con la considerazione di un universo parallelo in cui sono le donne , come da titolo, a dover fare tutto il lavoro sporco dell'acchiappanza per potersi procurare un uomo , sia da rapporto sentimentale che da meramente sessuale.
Direte voi, forse perchè avete visto troppe puntate di Sex and the city , qualcosa tipo : "Ma che dici, ormai sono le donne che fanno tutto! Si avvicinano senza problemi e - zac - fatto!

Ripeto , ma siete seri? Forse una minima parte si comporterà così, ma per la stramaggioranza dei casi la società è ancora impostata con l'attacco maschile , tranne casi in cui sei tipo Brad Pitt e ti sbranano oppure una perde proprio la brocca oppure sta con la testa che vuole conoscere un uomo nuovo ecc ecc ecc.
Almeno, a me non è mai capitata una così aggressiva che , dal nulla, senza ricevere in cambio nemmeno un segnale di quelli "mmm però baby non sei niente male, perchè non vieni te qui da me, che io non ho le palle di avvicinarmi?" ti si affianca ed approccia.
E' sempre stato necessario almeno un gioco di sguardi, il trovare una situazione giusta, il carpe diem.
Perfino quando uno racconta una balla, per renderla credibile, fa in modo di impostarla in modo che sia stato lui il gestore della situazione.

Ma iniziamo:

Se la società si fosse sviluppata in maniera diversa, ritenendo quindi già da tanti e tanti secoli fa  socialmente normale che fosse la donna ad approcciare con l'uomo, al quale restava solo la possibilità di farsi corteggiare , le cose oggi andrebbero molto diversamente.

Innanzitutto noi uomini , prima di uscire anche solo a comprare un giornale in edicola, dovremmo passare minuti e minuti in bagno a prepararci, che ovviamente tutte le donne per strada poi ti guardano e non puoi mica uscire così, senza pettinarti o vestirti decentemente.
Poi, proprio per strada, ci sarebbero gli apprezzamenti e gli sguardi insistenti delle donne, che ti farebbero sentire un po' a disagio , ma sotto sotto farebbero anche un po' piacere.
A meno che tali apprezzamenti non sfocino poi nel volgare o nell'inopportuno.
Come quelle che ti guardano il sedere se solo ti metti un jeans un po' più risaltante.
Le donne che ti parlano mentre ti fissano il pacco, che tu dici "ehy, sono qui!"
e loro "ah, si".
Le donne che camminano con i propri uomini e ti guardano lo stesso, facendolo ingelosire , con occhiatacce e litigi una volta che saranno arrivati a casa.
Le donne che se sei in palestra non puoi fare un po' di cyclette in santa pace che con la prima scusa possibile si mettono accanto a te e attaccano bottone. E non capiscono se non ci stai.
Le donne che ti si attaccano vicino anche solo se hai risposto loro dicendo che ore sono e non si levano più dai cojoni, che devi far finta di chiamare un amico per allontanarti.
Le donne che ti chiedono il numero di telefono e poi ti richiamano subito per vedere se  hai dato loro un numero vero oppure finto, con la scusa che così puoi salvare più facilmente il numero.
Le donne che ti dicono che ti chiamano e poi non ti richiamano più.

E tu che se hai più di una donna ogni due mesi vieni considerato quasi come un troio, uno facile.
Sei uno zoccolo, perchè ci stai con tutte. O almeno queste sono le  malelingue benpensanti che ti girano intorno.
Mentre la donna che riesce a rimorchiare frequentemente è una marpiona in gamba, una che ci sa fare. Sempre per i benpensanti sociali.

Le donne che ti comprano un fiore, ti portano a vedere la partita anche se si annoiano a morte, le donne che tengono l'ombrello più verso la tua parte quando piove per farti bagnare meno, le donne tamarre che bussano i clacson quando passa un uomo che le piace.
Le donne che ti aspettano sotto casa mezz'ora perchè non sei ancora pronto, poi scendi e loro ti dicono che non fa niente, anche se lo fanno solo perchè sperano che la serata finisca come vogliono loro. Le donne che poi fanno di tutto per offrire , anche se tu provi a pagare , ma non ci sono ragioni. Le donne che poi ma mica questa si pensa che glielo dò solo perchè mi ha offerto la cena?




giovedì 1 novembre 2012

Perchè dovrei venire a leggere qualcosa nel tuo blog?

Ok, questa è una occasione (piccola, mica ho mille lettori, ma comunque un minimo di visibilità c'è) per tutti coloro che hanno un bel blog carino e simpatico ma non riescono a farlo ingranare oppure è ancora troppo giovine e necessita di un minimo di pubblicità.
Oppure anche per i blog che hanno ormai ingranato , magari ne scovo qualcuno nuovo simpatico.

Siccome son un po' stanco dei commenti tipo "ahahahahahahah bel post , vieni da me!"
(che poi magari ci vado e trovo la recensione dell'ultima marca di smalto luccicoso, nulla contro gli smalti luccicosi, solo che non leggo ste cose...però se scrivete anche altro e non è truccotematico allora il discorso cambia, invitatemi pure a leggere ) ecco qui, per chi vorrà approfittarne, la possibilità , solo per oggi tipo le offerte mondial casa , di scrivere nei commenti una piccola descrizione del suo blog, indicando il contenuto, lo stile, quello che troverò dentro.
Ovviamente scrivetelo rivolto a me, ma lo leggeranno anche gli altri, quindi sarà una piccola possibilità per captare nuovi lettori, che fanno piacere a tutti, diciamocelo.

Ok, non siate timidi e pubblicizzatevi pure senza problemi, questo post è nato apposta!
(ok, pure perchè oggi non avevo cose divertenti da scrivere)

Li visiterò tutti con piacere.