lunedì 25 novembre 2013

Faccio spesa da "Bulgari"

Da quando ci siamo trasferiti nel nuovo quartiere posso tranquillamente dire che la qualità della vita è migliorata, avere la metro vicinissima è una svolta , per strada non ci sono le sputazzate degli stra  incivili , se hai voglia di uscire e fare due passi in cinque minuti sei in una via piena di negozi. E c'è pure il parcheggio per residenti. E che vuoi di più?
....
ok, però quando vai a fare la spesa sono mazzate sulle palle.
Una cosa assurda, almeno se vuoi rivolgerti agli esercizi in zona.
Se vai presso i market, i prezzi son pure altini , ma leggermente sopra la media. Il problema è la qualità: frutta e verdura (ne consumiamo molta) lasciano un po' a desiderare. Del pane non ne parliamo proprio, anche se forse è perchè son io ad essere abituato a giù, dove era proprio tutta un'altra cosa.
Allora, avendo un mercato rionale abbastanza vicino, uno pensa "e vabbè , vai al mercato, così prendi la roba buona e risparmi!"
seee, illusi.

Sto mercato va contro ogni legge dell'economia io abbia mai studiato. (e ne ho studiate poche, e non me le ricordo nemmeno, se proprio devo essere sincero.)
Una di quelle diceva qualcosa sulla concorrenza , tipo che se ci sono più che offrono il prezzo scende perchè il consumatore dice:
  "tu hai la fesa di tacchino a 2,50? TIE'! Me ne vado da quello poco più avanti che ce l'ha a ...ehm...2,60?.........ok, due etti. Giusti eh, mi raccomando, che è per la dieta! ( più che altro, se sgarri anche solo di 40 gr sossoldi!"

Altro che cartello. Qui fanno a gara a chi spara il prezzo più alto.
Tocca girare tutto il mercato, prendere una cosa da uno, una da un altro, altrimenti prendi che ne so il pollo ad un prezzo, fai per uscire e vedi che l'altro polliere lo fà al 20% in meno.
E' tutto un confrontare prezzi.

Alla fine , quando esci, hai quella brutta sensazione addosso di essere stato svuotato.
Che poi non puoi nemmeno dire nulla, visto che i prezzi sono esposti e l'altra legge che conoscevo è : Il prezzo di un bene lo fa il consumatore. Se gli sta bene, in regime di concorrenza, compra. Altrimenti va altrove. Ecco, la rovina di questo quartiere allora sono le signore ricche: Per colpa loro io devo comprare la fesa a 2,50 al Kg.
non ho mai capito perchè le cose per la dieta costino di meno.
Prendete la mortadella, te la buttano in faccia, eppure è grassissima.
Se invece vuoi la Bresaola, devi consultarne il valore odierno sul Sole24ore.


Ormai abbiamo capito che tocca organizzarsi: Una volta a settimana spesona in qualche posto magari anche un po' lontano, ma con prezzi normali.


5 commenti:

Charlie Brown ha detto...

Se vuoi passare dalle mie parti abbiamo dell'ottimo formaggio nostrano a 29 €/kg
colpa di Raspelli che ha pensato bene di promuovere il prodotto

gegge ha detto...

Ma no da oggi sono diventato salutista.... Quindi niente colesterolo e tanti ciao arrivederci salve buondì ecc

kermitilrospo ha detto...

fesa a 2,40 al chilo ? qui da me costa il triplo

gegge ha detto...

eeeeeeeeeeeeeeeeeeeh kermit e che avete la morìa dei tacchini?
Che esistono i predatori naturali tipo i tirannosauri che li azzannano? ;P

Manco in america il giorno del ringraziamento ;)
comunque ho sbagliato carriera, dovevo fare l'allevatore di tacchini (o prendere un negozio al mercato sotto casa)

MaestraMiyagi ha detto...

E' un do ut des paritario...loro ti danno la fesa, tu gli dai un rene :P