sabato 8 marzo 2014

Le etichette impossibili


"La parrucca è fatto con i sintetici coreano e giapponese
(garanzia di qualità!)
si lava con L'acqua meno di 30°C ( prendi l'acqua e ci togli 30°...quanto farà?)
e lo shampoo normale is asciuga naturale.( no artificiale?)
Non si usa il Fon per asciugare (eh no, qualunque cosa sia non credo serva allo scopo)
Per mantenere la forma della pa-     ( ???? la divisione in sillabe è da ripassare)
rrucca si usa con la spazola del metalo  (anche le dopie) e far la forma prima che siasciugasse "
(e con il congiuntivo la gamma è completa)


Per mantenere la privacy ho coperto ogni riferimento alla ditta produttrice.
Però che cacchio...e chiedete ad un italiano di passaggio come si scrivono le cose... persino google traslate italia - giappocorea farebbe di meglio...
Insoma potreste avuto chiamare me che per una cifra ba-
ssa vi correggevo le boze e venivasse una cosa fatta meglio!




5 commenti:

MikiMoz ha detto...

Ahaha, traduttore online a gogo, e dei più scarsi!! :)

Moz-

kermitilrospo ha detto...

io ho letto traduzioni peggiori per strumenti di ben altro tipo e qualità (es. panasonic)!!

Charlie Brown ha detto...

ma è la parrucca che userai al tuo matrimonio?

Sara... ha detto...

Fantastica!!!
....Già è vero.. che te ne fai di una parrucca coreano/giapponese???

gegge ha detto...

Eh ragazzi giochi esotici :-P n'é vero il Cagnaccio mi si travestiva da Puffetta ieri...