mercoledì 8 febbraio 2012

Come pubblicizzare il tuo blog su Fb

Viene un momento in cui ogni autore di blog decide di attivarsi per far aumentare il numero dei suoi lettori. I motivi possono essere vari, dalla mera vanita' alla voglia di confrontarsi con piu' persone ,dal desiderio di ottenere dei riscontri alla voglia di far arrivare il proprio pensiero alla maggior parte di persone possibile. Spinto un po' da tutti questi motivi, decido che improvvisamente i miei 4 lettori fissi non mi bastano piu', e inizio ad informarmi su come pubblicizzarlo un po'. Son costretto a scartare l'idea di un breve spot pubblicitario durante il superBowl perchè non esiste una versione in inglese del mio blog , decido quindi di ripiegare su Facebook. In realta' un altro modo ci sarebbe , ed è una tecnica adottata da molti: Si va nei blog degli altri , si commenta qualche loro post , poi è buona educazione che la visita e i commenti vengano ricambiati ed alla fine qualcosa racimoli. Pero' su fb si fa molto prima.

Prendi e ti apri una pagina personale collegata al blog , di modo che ogni volta che fai un post lo metti in bacheca e gli altri condividono o mettono il mi piace, e in poco tempo di diffonde.

Questo almeno è quello che credevo , in pratica le cose non vanno proprio così.

Quando la tua pagina è pronta devi iniziare a racimolare gente, a tal scopo cominci ad invitare nella pagina i tuoi amici. Fai un po' di selezione : questo si , questo no, questo non capisce le battute è inutile , questo non so manco chi è quando lo acchiappo in chat devo chiederglielo , questo non accettera' mai , questo massì c'm'n'fott fa' numm'r' ecc ecc ecc

Ora, ovviamente non tutti accetteranno ; magari non sono interessati o forse non hanno neanche letto l'invito, dato che c'è una inflazione di pagine e sei solo la classica goccia nel mare.

Allora te che fai, devi sincerarti che abbian visto, non accetti l'idea che possano aver voluto gli aggiornamenti della pagina degli "amanti del gelato al puffo" e non della tua , quindi li aspetti al varco in chat.(In quei momenti ti senti come l'amico PR , che ti incontra per caso ,ti saluta sorridendo e poi dopo venti secondi di convenevoli ti invita alla serata che "non puoi mancare!)". Non appena escono fai passare qualche secondo poi zac li contatti. "Ue' caro come stai che si dice tutto a posto? Senti ho aperto una pagina fb collegata al mio blog forse non hai letto l'invito, che ne dici di andarci e mettere il mi piace?" A quel punto di solito la gente cede,in fondo non gli costa nulla. Vanno , ti fanno contento , magari leggiucchiano davvero quello che hai scritto e diventano fans. Il fatto è che c'è anche chi ti mente , dicendoti "Si, certo ci vado subito" oppure "Grande!Vado a vedere" , come se tu non potessi accorgerti se i tuoi venti lettori non son diventati ventuno... Decidi comunque di non insistere piu' , attendendo che ti mandino una delle loro richieste di torte alla cioccolata o di una pala che devono zappare la terra in uno di quei giochini intelligenti che fanno. Zappa che te non gli hai mai mandato, in effetti, anche se ne avevano bisogno. Forse è questo il motivo per cui non ti hanno accontentato,pensi. Comunque, dopo i primi giorni esaurisci gli amici interessati, non hai piu' nessuno da invitare e devi solo inserire post ed attendere che le cose facciano il loro corso.Vedi che la gente, intanto, condivide o mette sto "mi piace" a battutacce che erano gia' vecchie all'asilo, aforismi da cioccolattino , passi di canzoni , il tutto contornato da foto di donne tristi o incazzate,animali coccolosi,attori o attrici famosi, mentre le cose che scrivi - che a causa della tua superbia consideri di medio\alta qualita' - non se le fila nessuno. Ogni tanto accedi per notare se c'è qualche fan in piu' , poi vedi che so' sempre gli stessi e inizi a prendertela con gli amici che non condividono le cose che scrivi. Ricordo che quando ero piccolo c'erano i Tamagochi , credetemi erano molto meno stressanti da gestire. Al massimo, se non lo pulivi, moriva affogato nella propria cacca.

Alla fine poi arriva un giorno in cui ci pensi un po' su , ti accorgi che non è che te ne frega poi tanto di mettere in fila centinaia di lettori,che se li tenga tutti il gelato al puffo.

L'importante in fondo è che tu abbia sempre la voglia di scrivere e qualche lettore che abbia voglia di leggerti. E che nessuno provi piu' a chiederti delle pale o degli ingredienti per le torte.

7 commenti:

Francesco_Imp ha detto...

Secondo me un blog può avere uno startup iniziale dalle conoscenze personali, ma poi dovrà campare sulle sue gambe... se ci scrivi cose interessanti (come, imho già stai facendo), la gente verrà a leggerle ;)

Francesca ha detto...

Questo articolo è davvero carino! Ti sei guadagnato un'altra lettrice :D

SILVIA VETTORI ha detto...

IO da ieri sto tartassendo la mia bacheca di facebook con il mio primo post!!! :)))) cmq per ora sono a 333 visualizzazione e 6 iscritti 2 son parenti quindi non valgono forse:)
mentre scrivo sto pensando che adesso mi adocchierete come quella che si infila nei blog a giro..per raccimolare " fans"..ops!!!

Comunque sia...buona giornata a tutti voi!:) ah..dimenticavo..se volete passare dal mio blog.....l'indirizzo è.......ahahhahahahahha!

elena buscemi ha detto...

cercherò di seguirti alla lettera :)

Andrea Serra ha detto...

ahahaha pensavo di trovare qualche consiglio utile, ed invece mi son trovato a leggere le mie peripezie recenti anticipandomi.
questo massì c'm'n'fott fa' numm'r' cit.

gegge ha detto...

eh si , questo post inganna tantio poveri innocenti visitatori che arrivano da google...

;P

Castellucci Ivan ha detto...

Bel post ! In effetti condivido in toto tutto quello che hai scritto e non lo dico solo per farti visitare e leggere a tua volta il mio blog.
Ora però, come dici nel tuo post, passa a visitare pure il mio di blog :) (ho la faccia come il culo, lo so)