martedì 7 gennaio 2014

Tra le cose (ilmioaddioalcarboidrato)

Tra le cose che uno deve fare quando mancano 4 mesi al suo matrimonio (aaaaaaaarrrrrggghhhh) c'è sicuramente quella di mettersi a dieta , visto che non è socialmente accettato limitarsi a comprare un vestito di una taglia più grande. No, devi essere in forma, quel giorno sei tu la star , poi ti fai le foto ecc ecc

Tra le cose che uno deve fare quando si mette a dieta c'è sicuramente quella di ridurre il consumo di carboidrati (aaaarrrrgggghhhh) che insieme alla patata (appunto) al calcio ai fumetti è una delle principali passioni di me medesimo italiano medio forse ma non credo il medio deve essere per forza un po' peggio.

Tra le cose che uno deve fare quando deve ridurre il consumo di carboidrati c'è il fatto di organizzare un "addio al carboidrato".
(la definizione geniale non è mia, l'ho letta in una vignetta pubblicata su Internazionale,era di Makkox , onore alle fonti, prima di tutto)

Dicesi "Addio al carboidrato" un evento nel quale si fa un consumo becero dello stesso, al fine di stommacarsi ed arrivare a fine serata al punto che uno dice "non ne voglio più, sto apposto per mesi!"
che poi ovviamente non è vero, al massimo il senso di basta dura un paio di giorni e poi si ricomincerebbe volentieri.

Ok, ma come organizzarlo questo evento? Pasta? Pizza?
Non volendo cucinare (ma soprattutto poi pulire) si opta per la pizza. Anche se siamo a Milano, diciamo che avrei fatto meglio ad organizzarlo a Napoli , ma vabbè.
Giropizza , quel fatto che vai lì e ti portano tutte le pizze che vuoi, fino a quando non esplodono i bottoni della camicia o vomiti sul pavimento del locale.

Mi servivano un paio di prodi compari, per vivere tale avventura.
Siccome avevo deciso all'ultimo, qui a Milano se avvisi la gente con solo 6 ore dall'evento nessuno riesce a darti la disponibilità. Uno addirittura aveva la febbre, poi mi deve portare il certificato.
Gli altri erano a fine vacanze, volevano riposarsi, manco dovessero cucinarle loro.
Insomma avevo a disposizione come compagni di porcata solo il Cagnaccio ed una sua amica.

Andare ad un giro pizza con solo due donne è dura. Lasciamo il fatto che hanno parlato tutto il tempo solo di shopping, acutizzato dai saldi e dei mille affari che sono convinte di aver fatto, non è che ti diano una grandissima mano. Ci sediamo, arriva il cameriere, gli diciamo di partire pure.
Mentre si confrontano su gonne e jeans vari a prezzi stracciati come i miei coglioni in quel momento, arriva la prima pizza grande. Ah, vi premetto che avevo personalmente chiesto al cameriere "per favore, vanno bene tutti i gusti, tranne la crema di tartufo che non mi piace l'odore ed i carciofi, che non mi piacciono quelli che prendete voi" (no, quest'ultimo dettaglio credo di averlo omesso)
Insomma arriva sta pizza, tre gusti con tre fette a gusto.
La quattroformaggi, una diavola non troppo piccante per fortuna ed una con le olive.
Il pizzaiolo vuole stremarci subito, suppongo.
Eppure indomito procedo e faccio la mia parte. Le ragazze sono un po' in difficoltà, ma devo dire che svolgono bene il loro compito, spazzolando le loro 3 fette.
Vedete, l'importante durante il giro pizza è finire tutto, così provi altri gusti.
Se invece ti fermi subito, hai provato un po'di cosette e basta.
solo che in 3 è difficile andare avanti, soprattutto se gli altri due non sono professioniste, per fortuna loro.
Nel momento in cui la testa rotonda è piena, arriva il cameriere , e ti chiede se è tutto a posto.
La richiesta in realtà è un'altra: Andiamo avanti?

Gli faccio un cenno di intesa, del tipo "eccerto, vai pure!Altrimenti ci prendevano una pizza normale e basta."
Lui parte e dice al pizzaiolo di fare un altro giro.
Le ragazze sono un po' gonfiette, fanno l'errore di bere della birra, che credo gonfi un po'.
Io vado di acqua frizzante, che sono pure astemio.

Arriva la seconda teglia.
Qui il cuoco gioca sporco, per stremarci.
Una parte pancettaesalsiccia , un'altra wrhustel o come si scrive e prosciutto cotto, l'ultimo terzo con peperoni e funghi.
Ok, vuole dare subito il colpo di grazia, così poi ci sciacquiamo dalle scatole.
Prima di iniziare mi volto a guardarlo, per dire che raccolgo la sfida.
Lui non risponde al mio sguardo, è al cellulare.

Parto con quella con le salsicce, buona. Le ragazze lo capiscono, e mi seguono, pregustandola già come ultima. forse stanno pensando ai capi di abbigliamento che hanno comprato, e vorrebbero entrarci ancora.
Mi rendo conto che questa battaglia presto dovrò proseguirla da solo.
Ed assaggio quella al prosciutto.
Mmm non era tanto buona, davvero.
Ma non posso dirlo, altrimenti queste non se la mangiano.
Io non ci avrei messo i whrustel o come si scrivono. Quelli al massimo sulla pizza stanno bene con le patatine. O con i friarielli, và.

I friarielli. Mmm. Inizio a pensare a quanti gusti non ci sono stati portati, che avrebbero reso meglio.
Margherita , salsiccia e friarielli, quella con la ricotta, cotto e mais , marinara, cotto e funghi, gamberi e rucola, pomodorino, insomma andava bene tutto, tranne quella.
E' che con sto giropizza non è che puoi scegliertele tutte, quindi se siete in tante e una non ti piace passi, altrimenti niente.
Maledico i pavidi che non hanno accettato di venire, ed osservo le mie commensali che non ce la fanno più.
Mi offrono gentilmente gli spicchi restanti.
Mi volto verso il pizzaiolo, e mi sembra di scorgere un sorriso beffardo.
Dovevo venire insieme a quello di Man vs food , se non è già morto di colesterolo.

Ma ormai è andata così. Termino da solo la seconda teglia, e propongo alle ragazze, senza convinzione , di continuare. Niente, non ce la fanno.
Da solo non riuscirei a finirla. Ma fermarsi a due non va bene, la dai vinta al locale.
Mentre il cameriere arriva, mi viene in mente l'idea per un compromesso che abbia il sapore almeno del pareggio. "Sentite ragazze, la prendiamo una con la nutella? Pure più piccola?"
Loro si guardano, con la faccia mmmperchèno , ed io le guardo pensando bruttemerdelanutellac'entraelasalsicciaepatatinenoeh? 

Arriva al tavolo il cameriere e (o aproposito, ma lo state davvero leggendo tutto sto post? E' duro il rientro a lavoro dopo le feste, eh?) gli dico tipo "Una un po' più piccola, con la nutella" e le ragazze, traditrici, addossano su di me la scelta. Cosa vera, ma non si lascia un compagno di addioalcarboidrato da solo con l'imbarazzo dell'ordinazione. Soprattutto se poi ve la magnate la pizza con la nutella, a'nfamazze.

Lui dice che non hanno la nutella, ma solo cioccolata.
Finezze che non ci interessano, procedi pure.

Arriva sta terza teglia, con anche delle fette di mele.
E' un segno di rispetto da parte del mio avversario pizzaiolo.
Mi volto , e gli lancio lo sguardo "ok, amico, puoi riposarti adesso."
Lui sta sempre al cellulare.

Arriva sta pizza divisa in quattro, e vaffanculo che lascio ad una di loro la quarta fetta, pur non essendo io un amante della cioccolata. Ma ho giocato bene la mia carta.
Le panze sono piene, l'onore è salvo.

Da oggi si inizia, seriamente , a fare la vita sana.
Vado pure in palestra, stasera.

Eh, devo smaltire un po', mi sa.























6 commenti:

Charlie Brown ha detto...

Il giro pizza è una delle cose più pericolose della storia culinaria.

Io me ne concedo uno a semestre

Federica ha detto...

io vorrei tanto andare ad un giro pizza... ma essendo vegetariana nessuno mi vuole :(

gegge ha detto...

Federica ci sono gusti anche x voi..... Charlie hai proprio ragione oggi sto provato alquanto. Non ho piu venti anni....

Vanessa ha detto...

Oi oi Gegge, sto post è degno dei tuoi tempi d'oro, che secondo me non sarebbero nemmeno finiti!
Non ho letto la serata, l'ho vista e mi sono sbellicata dalle risate, specie quando parli dell'argomento di conversazione delle tue compagne di cena!! Su di me posso dire che avrei parlottato un pochino di calcio e cinema :D
Il giropizza purtroppo per me è una mezza perdita di tempo ed energie perché mi sfamo e riempio con poco cibo, e vi prenderei parte solo se assieme a commensali di appetito come, che so, 10 All Blacks molto affamati.
Però è incredibilmente vero come noi donnine, seppure satolle, riusciamo a trovare un angolino nello stomaco per qualsiasi cosa sia dolce - anche una pizza, appunto!!!

MikiMoz ha detto...

Sabato sera fino alle 5 di domenica mattina non ho fatto che mangiare pizza.
Pizza, pizza, pizza.
Mentre giocavamo a carte.
Ti capisco, è irrinunciabile.
Non mi sposerei mai anche solo per non rinunciare alla pizza XD

Moz-

Cagnaccio ha detto...

Spiatainfame:
ore 22.32: in palestra non c'é andato. Gli bruciavano gli occhi ...