venerdì 28 settembre 2012

Siamo ciò che leggiamo


Ecco cosa mi ha regalato il Cagnaccio. Quando mi ha anticipato per telefono che mi aveva preso qualcosa in fumetteria mi ero preoccupato: Pensavo fosse qualcosa che avessi già letto...invece è ok.
Secondo me però c'è un significato occulto, un messaggio subliminale, anche se per ora è solo un dubbio, non ne ho certezze.
In ogni caso, cambiando argomento, voglio raccontarvi cosa avrei voluto fare:
Passare la notte fuori ad un negozio della Apple, a vedere la gente che fa la fila per comprare il telefono nuovo e fargli delle domande ed una recensione per il blog.
Soprattutto avrei voluto chiedere loro :

Ma non potevi aspettare lunedì?

9 commenti:

Blackswan ha detto...

già... ce ne sono di matti in giro... bello il libro :))

gegge ha detto...

ci sono anche tanti che leggono Dostoevskij

Blackswan ha detto...

quando scrivo matti mi riferisco a quelli della fila per l'ai fon5 mica a quelli che leggono i fumetti :P

gegge ha detto...

veramente anche io mi riferivo a quelli.

;P

Blackswan ha detto...

ah..vabbé .. ;)

hottanta... ha detto...

Posso? ...coglioni si nasce! Poi non mi venite a smenarmi la storia di stay foolish stay hungry che vi metterei a dieta e poi una settimana nella fabbrica fox Icann (o come si chiama, insomma quella che fabbrica 'ste diavoleria a regime di lager). Troppo comodo fare il stay hungry con lo stomaco del cinese di turno... Foolish poi de che? a contare i miliardi? Bah!

Giorgia Percosasiamonati ha detto...

Vanno capiti, caro gegge. Le persone vivono ormai per ciò che desiderano, hanno inscatolato l'anima e l'hanno depositata dentro i desideri. L'attesa è sfibrante perchè di te non è rimasto niente, non riusciresti a sopportare l'insopportabile solitaria compagnia di un te stesso vuoto. E dunque se adoro Apple, mi metto fuori dalla sua porta ad aspettare, se adoro un abito lo sogno di notte, e via di seguito per automobili, scarpe, borse, vacanze, Non sono più io che vivo, ma i desideri ruggenti che vivono in me: mi hanno sbranato la vita

Ele ha detto...

Fumetteria..sai che suona benissimo?:-)Bel libro...secondo me c'è un messaggio subliminale dentro..:-)Sui tizi in fila per l'iphone5..beh Gegge...non ricordo dove,qualche tempo fa,in un grande magazzino,per dei saldi stratosferici,se le son suonate di santa ragione...per poi piangere miseria e sputare sullo Stato..appena fuori il negozio...Mah!:-)

Stefania ha detto...

idea simpatica. :) Ti aspetto da me.