venerdì 8 febbraio 2013

La via Casis

Sto tutto esaurito in questi giorni. Stiamo effettuando il classico giro per appartamenti che prima o poi tocca ad ogni coppia che non abbia la fortuna di avere già una casa. Chè se uno ce l'ha già prima grande o comoda abbastanza , perchè cambiare? Altrimenti , invece , tocca iniziare questo tormento di cui al titolo.
Si, lo so che casa si dice "Domus" nel lazio , però il riferimento mi sembrava chiaro, e se non lo avete capito, dopo che con questo rimando l'ho praticamente spiegato , di certo non è colpa mia.

E' iniziato questo turbinio vorticoso tra locali, bilocali, trilocali , quadrilateri, pentagoni, esatti, settimini, ottobrate , metri quadri , impianti a norma , classi di consumo ecc ecc.
Che poi sei costretto a frequentare inevitabilmente anche gli agenti immobiliari, quei tizi che fanno un lavoro che tu non potresti mai fare, visto che la barba te la lasci sempre incolta e la camicia preferisci tenerla fuori dai pantaloni. Da te , pur con la faccia da bravo ragazzo che ti ritrovi, la gente non comprerebbe manco i fazzolettini ai semafori.
Per entrare in questo giro basta varcare la soglia di una qualsiasi agenzia immobiliare, uno di quei posti dove ci sono i cartelli appesi del tipo "Incredibile! In zona vendiamo Bilocale finemente arredato con porta di ingresso, finestre e campanello a 210000 trattabili! " oppure "Disponiamo di monolocale completamente arredato, con giardino di 80 metri quadri!" , manco potessi piantarci le tende.

In genere , dopo aver riluttato un po' , ti decidi e fai questi due passi.
La prima volta ero andato da solo, che la mia Lei aveva da fare , e come faccio spesso ero andato lì senza avere una idea precisa precisa , diciamo che ero lì per farmene una , più che altro.
Ora, il discorso che seguirà nei successivi minuti dipenderà fondamentalmente dal tizio\a che ti troverai davanti: Se è disponibile, cortese, non ha altro da fare e soprattutto il capo è in ascolto, ti illustrerà tutto in maniera dettagliata, esponendoti le varie soluzioni con aria professionale. Altrimenti, se c'è la classica ragazzaccia un po' tirata che un po' se la tira che quel giorno ha il mestruo ( almeno lo speri per lei) allora son cavoli acidi. Perchè lei lo sà che te sei lì solo per farle perdere tempo, che non prenderà mai la provvigione su di te , perchè una volta che avrai soddisfatto la tua curiosità te ne andrai e non ti farai più sentire, tranne che telefonicamente il giorno dopo per disdire l'appuntamento per vedere una casa in zona, che non eri manco tanto sicuro però alla fine hai detto si...
In effetti la ragazzaccia tanto torto non ha.

Comunque è pur vero che devi entrare nel loro linguaggio per capire che cosa voglion dire realmente , altrimenti ti confondi con termini come "Loft" o " open space" , che significa semplicemente che la casa non ha porte, tipo che hanno buttato giù i muri oppure chissà che cosa era prima e ora è diventata una casa. Però agli amici che vengono a trovarti puoi dire che hai un loft , e fa figo.
Poi c'è il mistero del bilocale.
Non sono ancora riuscito a capire cosa sia classificabile come bilocale. A quanto ho potuto osservare esiste il bilocale con due stanze più cucina, ma anche il bilocale con il soggiorno angolo cottura, più ovviamente la stanza. Ma pure il bilocale che ha il tinello e la stanza , che tu puoi pensare che sia un monolocale invece no.
Siccome quasi quasi cercavamo un trilocale (eeeeh , ma devi andare fuori! In città costano un botto!!) allora abbiamo appurato che esistono anche diversi tipi di trilocali: Il trilocale inclusa cucina, quello che devi sommarla, quello che considera lo sgabuzzino come terzo, ed altre cose varie.
Il problema di molti annunci qui è principalmente il prezzo, non sai mai quanto andresti a spendere.
800 euro!
ok , però devi metterci 250 di condominio al mese..
250?? e che c'è , la piscina di Merlose Place , con il portiere che ti spalma la crema sul lettino?
Insomma i prezzi lievitano, non come le torte in forno che fa la mia lei.

E' una giungla, ci sono stanze da letto dove ci entra solo il letto.
Beh , in effetti tecnicamente è giusto così.
Solo che uno vorrebbe una stanza da letto con armadio che almeno cammini e non devi saltare sul materasso per aprire la finestra.
E poi c'è il problema del parcheggio. Lo so che  è comune in quasi tutte le zone, e che in altre città tipo Roma è pure peggio, però a me sta cosa fa davvero impazzire. Io non amo il traffico, il caos.
Pensate che la mia casa ideale è quella in un paesino , tranquillo, di quelli dove vai in città solo tramite treno, ci si conosce un po' tutti e la gente parla perchè il paese è piccolo ed allora dici "basta me ne vado in città qua sono tutti bigotti ".
Insomma, meno male che abbiamo tempo prima che termini il periodo di disdetta della casa attuale.


Ps sentite domani e domenica siamo a Venezia per il Carnevale, se qualcuno di voi è in zona e gli va di fare due chiacchiere , me le puo' portare.
Davvero, battute a parte, se vi va contattatemi via mail all'indirizzo del blog, a destra.
Ciao!



2 commenti:

kermitilrospo ha detto...

cercare casa a milano... non ti invidio ;D

ApeRegina ha detto...

io un po' si, ma che vuoi, per amore sono tornata alla citta' d'origine... Che poi mica conviviamo, e' che cosi' ci vediamo piu' spesso e lui spende meno in benzina :-) comunque sto tenendo un corso sul mio blog di ricerca casa, ti capisco molto bene....