domenica 7 aprile 2013

Punti di vista apparenti sul divano della discoteca

Primo punto di vista da divanetto

Esausto dall'aver ballato ben 3 canzoni di fila, mi siedo sul comodo divanetto insolitamente libero.
Mi spaparanzo, prendo un po' il cellulare e controllo un po' delle cose improcrastinabili, come che ne so, se qualcuno ha cagato il blog oppure se qualcun altro su fb ha condiviso qualche aforisma profondo.
E per fortuna che ho unilateralmente deciso che twitter è una via di mezzo inutile tra le due cose.
Probabilmente anche twitter cinguetta male del mio blog, ma vabbè.

Insomma, ogni tanto alzo gli occhi e mi godo un po' di fauna femminile, ammiro un po' di forme danzanti , controllo che nessun vecchio marpione si avvicini al mio Cagnaccio. Tutto ok, sta ballando con le amiche , posso rilassarmi. Ogni tanto sorrido alle fanciulle che passano e guardano.
Stanno guardando un tipo simpatico che si è preso un momento di riposo, si sta rilassando , è un figo se vogliamo , un po' misterioso , non si confà alla massa , un po' tenebroso, insomma accanto a lui c'è pure un posto libero vicino , vorrebbero sedersi accanto con nonchalance in attesa che poi nasca la situazione per approcciare e....e......
E mi si siede accanto un altro tizio.
Anche lui si spaparanza sul divanetto, accanto a me, e prende il cellulare.
D'un tratto adesso siamo due che non sanno divertirsi, che con tutta la gnocca che c'è in quel posto preferiscono starsene seduti in disparte a leggere il cellulare.
 L'angolo della tristezza.

O forse semplicemente non sanno ballare?
NON SIA MAI UN SIMILE EQUIVOCO!
Mi alzo quasi di scatto, come se il materiale sotto le mie chiappe scottasse.


Secondo punto di vista da divanetto.

Verso fine serata , divanetto in un angolo, il mio bel drink analcolico alla frutta non gassato (o almeno spero che il barman abbia capito che volevo quello ) il Cagnaccio sfinita seduta in braccio, ecco che noto qualche metro più in là una coppia che si bacia appassionatamente. Si bacia tipo come nei vecchi film anni 50 , in piedi con le braccia che stringono le spalle, le labbra che non si staccano mai.
E' un primo bacio tra i due , non c'è dubbio.
Il contrasto tra i loro movimenti così naturali e quelli di tutto il resto della sala che ballonzolava allegramente è meraviglioso.
Ci trasformiamo un attimo in due vecchie comari.

"Hai visto quei due?" le faccio.
"Si..."
"Secondo te si sono conosciuti adesso, stasera , e hanno acchiappato?"
"Ma no, secondo me già si conoscevano, e adesso hanno quagliato..."
"dici?"
"Ma si, non vedi che è troppo intenso per due che non si conoscono..."

Le donne su queste cose hanno un senso in più.
No, non l'amore, il fatto di spettegolare ed osservare.

Comunque mi hanno fatto ricordare quando anche io ho dato questi primi baci di coppia, che non riesci a staccarti, che il tempo sembra volare.
che non sai ancora quanto lei possa divenire rompiscatole, ovvio le stai tenendo la bocca ben chiusa...

Ah , l'amoooour !




Nuova vignetta dalla pagina facebook " uomini sotto il pacchero della propria donna " , ne siete già diventati fan?









3 commenti:

kermitilrospo ha detto...

sei il più figo tra gli apriscatole da divanetto !!

diamoglidellebrioches ha detto...

Quante cose si osservano da un divanetto...

Erika ha detto...

hahahahahahhaa bellissimo l'apriscatole che dorme XD mi fai morire!!