venerdì 18 maggio 2012

Revival - breve storia del telefonino in Italia

All'inizio c'era il detective Dick Tracy ,

Era figo perchè aveva un telefono nell'orologio e all'epoca tutti pensavano "uaaa nel duemila magari l'uomo riuscira' a sviluppare questa tecnologia..."

Poi si avvicinò il duemila, ed arrivarono davvero i primi telefonini. Dato che erano piu' grandi di quello di casa a nessuno veniva in mente di chiamarli così, ci si limitava quindi a definirlo "cellulare"
(A napoli si diceva "uaaaa e' nu citofon")

Il mio primo cellulare...ci allenavo i bicipiti.
Persino la foto è difficile da rimpicciolire.
E meno male che non lo vedete in larghezza, che di faccia sembra quasi normale.

costava una barca di soldi , anche a livello di telefonate , ti friggeva il cervello e serviva un trolley per portarlo in giro, pero' vuoi mettere che tutti ti guardavano?

poi l'uomo e la donna hanno per la prima volta nella storia iniziato a pensare che le dimensioni grandi non fossero importanti , e sono nati i primi telefonini di dimensioni accettabili. Era quasi il 2000 quando hanno iniziato a diffondersi, ricordi? quando li vedevi in mano ai tuoi amici e pensavi "Ma c'ia'fa' cu stu cos?Io non lo comprero' mai!"

Ecco quindi i primi modelli che si diffusero:

Uaaaa è di vari colori , i tasti fanno rumore quando li premi (i toni ai tasti oggi credo nessuno li usi più)  poi ci sono i messaggi I MESSAGGI ti rendi conto?"

Per ogni maschio fu una bella cosa, dato che non dovevi piu' chiamare a casa delle ragazze che magari rispondeva il padre e ti cagavi sotto, o peggio ancora il fratello scemo che urlava per tutta la casa "E' un ragazzo per teeeeee"

Inoltre potevi mandare gli sms,per capire se una "ce lo voleva" o no. Anzi, i piu' giovani di voi non lo potranno sapere, ma all'inizio si era diffusa la mania dello squillo. No, non "lo squillo che così scendo", lo squillo che significava tante cose. Poteva significare "Cio' bbuo'?" (dal napoletano, trad. "Dici che ci sta?è interessata?mi batte i pezzi?") , poteva significare "Mi sono comprato il cell, nessuno mi chiama almeno fatemi uno squillo"
In generale era comunque una cosa positiva se ti squillavano.Pero' se una ragazza ti faceva uno squillo poi dovevi rispondere per forza, altrimenti ti rompeva quando ti vedeva. Pero' era buona norma aspettare qualche minuto per non far vedere che stavi lì ad aspettarlo. I Piu' timidi, titubanti, si chiedevano "che faccio le faccio uno squillo?" Poi c'erano quelli bastardi che se li squillavi ti rispondevano subito per farti pagare, che ai tempi lo scatto alla risposta consumava meta'ricarica.

per i piu' alternativi poi arrivo' quello che a napoli popolarmente tutti chiamavano O'STARTAP :


si diffuse rapidamente e nei vari mercatini napoletani andava a ruba (letteralmente,sia prima che dopo) , si sviluppo' poi in varie varianti delle quali la piu' famosa è "A' tartarug".
La vera innovazione era il fatto che si apriva, e ciò era ritenuto sufficiente dal consumatore a giustificarne il prezzo superiore ai concorrenti.

Poi intervennero nel mercato i finlandesi: i geniacci capirono che il mercato era in espansione. si chiesero "...cosa avrebbe potuto far vendere un nuovo  prodotto?"
 Serviva qualcosa di innovativo...qualcosa di .... di....

O' Serpent!"


si diffusero così i primi nokia, col mitico 3210 che divenne presto un must
Tenerlo nel palmo della mano dava una certa soddisfazione,ancora oggi lo ritengo il miglior telefono che abbia mai avuto.

A quel punto una azienda produttrice doveva necessariamente inventarsi qualcosa di massiccio per convincere l'italiano a comprarsi un altro telefono...ci pensarono un po' e...
TA DAAAAAAAA'


ecco il c25 , piccolo leggero e dual band.

"Uaaaaa ci ha 25 suonerie diverse fatte dai migliori dj europei , cioe' hai capito tu puoi scegliere la suoneria se uno ti chiama... che liberta' che personalizzazione e poi è dual band!!"
"E che signific?"
"Francè' ma c' n' sacc'...pero' se vuoi la wind solo questo va bene"

Da quel momento in poi tutti volevano il dual band, pur non sapendo cosa significasse. Ogni nuovo telefono era dual band, mentre altre case cercavano di differenziarsi con i primi modelli piattissimi, che potevi infilarti nei calzini

Poi arrivarono i primi telefonini con le foto, con tutti i ragazzi gelosi che qualcuno poteva fotografare la tua femmina.In realta' anche se lo avessero fatto non si vedeva niente , che i pixel erano 100.
Però ricordo che, in particolare al mare, ti intossicavi non poco con i ragazzetti vicini d'ombrellone.

Una volta diffusi quelli con le foto, tocco' alla VIDEOCHIAMATA

Tre telefonini pionieri, massicci e pesanti, che pero' ti permettevano di videochiamarti ad una velocita' a scatti di lumaca ad un prezzo esorbitante.

La videochiamata non si diffuse molto, fondamentalmente perchè se chiamavi improvvisamente una ragazza e lei non era a posto con i capelli e trucco non rispondeva mai.

E venne l'era moderna. Oggi si puo' andare su internet con i telefonini ,
ipod 1 , 2 , 3, 4, 5, peggio che Rocky e Rambo.
 Una volta un amico me ne mostro' uno dicendo: "Guarda posso fare l'acquario ci metto i pesci li faccio crescere"

..............

Sarebbe costato di meno un acquario tropicale da mettere in salotto.



ps altro revival , di circa un annetto fa. E' revival in tutti i sensi, punta un po' sull'effetto nostalgia , in particolare con il riferimento a squilli ecc.
Spero vi piaccia.

8 commenti:

Blackswan ha detto...

molto divertente...grazie :))

Vaty ♪ ha detto...

Bellussimo questo percorso della storia dei Cell!!
Ahah quant'e vero le cose che hai detto!!!
Un po' di nostalgia per quel Samsung che ho avuto per anni ;)

CervelloBacato ha detto...

Io ho un vecchio Olivetti che è grande veramente come un citofono, se poi allunghi l'antenna (anzi avviti l'antenna perchè è staccata) diventa qualcosa di abnorme! Comunque sei stato ''memizzato'' fai un saltino qui quando ti capita ;) http://cervellobacato.blogspot.it/2012/05/la-lista-un-po-di-cose-sullanonimo.html

gegge ha detto...

ti ringrazio molto, ma preferisco non farmi contagiare da queste cose ;) anche perchè già perdo troppo tempo a scrivere le mie... ciao , ci si legge !

Noce Moscata ha detto...

gli squilletti...che ricordi! tra qualche giorno faccio 27 anni... quando facevo le superiori (nel neolitico) fare gli squilli era un must! Significavano: ti sto pensando, ma sono un giovane figlio di operai, e non ti chiamo perchè ho giusto giusto quei 20 centesimi x squillarti...

...l'amore ai tempi dei proletari!

Strawberry ha detto...

micidiale...la storia degli squilli me la ricordo eccome, ero una delle portatrici sane di squilli...nostalgia...e il 3310 credo sia stato il telefono imbattibile! Potevo fargli di tutto e probabilmente lui avrebbe continuato a funzionare anche sotto un rifugio atomico...mitico...:-)

BlondeAttack ha detto...

che revival! w il c25 e lo squillo?!?! adesso se mi fanno uno squillo penso:???

Annalisa ha detto...

Il revival delle contro-tendenze. Si è passati da chi faceva a gara per fare il cell più piccolo ai megaschermi che si usano ora (vedi galaxy note). Io avevo il c25. Non lo dimenticherò mai!