mercoledì 9 maggio 2012

Storie di vita vissuta juventina

Due juventini si incontrano per caso dopo alcuni anni. Il primo fa al secondo: "Ciao , come va? È una vita che non ci vediamo!"
"Ehy che sorpresa! Ascolta martedì è il mio compleanno, devi assolutamente venire alla festa!"
"Ma certo, non mancherò! Quanti anni compi?"

"Eh 27..."
"Così tanti? Il tempo vola...sembra ieri che andavamo a scuola insieme e invece l'anno prossimo sarai già un trentenne!"


Durante un esame, il professore ha appena rivolto l'ultima domanda ad uno studente juventino.
Prof: "Guardi, dalla sua preparazione si vede che ha studiato e si è impegnato, tuttavia ci sono alcune piccolissime lacune che non hanno reso perfetta la prova... però le faccio i miei complimenti e le assegno 28."
Studentejuventino: "Ma grazie professore! E' la prima volta che riesco a prendere un trenta!"

Al supermercato , un tifoso juventino arriva alle casse. Il conto è di 32 euro. Avendo solo una banconota di venti euro e poi tutte monete da un euro, porge i soldi alla commessa contandoli uno ad uno. "Ventuno,ventidue,ventitre,ventiquattro,venticinque,ventisei,ventisette,trenta,trentuno,trentadue"
La commessa juventina: "Grazie, vuole anche una busta?"

All'ufficio postale.
Un tizio arriva in pieno orario di chiusura , chiedendo di poter effettuare una operazione urgente.
"Sia gentile,oggi è 27 ed ho preso lo stipendio,la bolletta mi scade a fine mese"
L'impiegato juventino gli risponde "guardi, ormai abbiamo chiuso, venga domani che tanto è 30 , ce la fa ancora!"

4 commenti:

Lilyum ha detto...

Sono juventina fin nelle ossa, però simpatiche dai. =)

nina ha detto...

ahahahah!!! anche io juventina e abituatissima ai rosiconi!!! :PPPPP

sibilla87 ha detto...

Questa è bellissima! uahuahuauahuhauhaahuhauhuahahuhua

Queen Zit ha detto...

adoro!