lunedì 8 ottobre 2012

le reazioni della gente quando sa che stai a dieta

Dopo le premesse del post passato, ovvero l'impegno a impegnarmi di più col blog, forse potreste avere delle aspettative un po' alte, quindi ora mi tocca deludervi subito: non aspettatevi niente di chè, così se poi vi piace sarete piacevolmente soddisfatti e sorpresi, se non vi piace tanto non pensavate di leggere qualcosa di meglio. Che poi mmm di cosa potrei parlarvi?

Diciamo che una persona che ha da poco iniziato una dieta finisce per vivere un periodo non dico di monotematicità ma quasi (per fortuna c'è sempre da parlare anche di donne e calcio)
Capita quindi che , nei discorsi con colleghi o altri, si sente il bisogno di esternare questa decisione , un po' credo per il bisogno di parlarne, un po' per il fatto che uno vorrebbe che gli altri dicano "eh, ma sai che lo stavo pensando, ti ho visto più sgonfio!"

Il fatto che ho notato è che quando la gente sente che sei a dieta si improvvisano tutti nutrizionisti, esperti in materia con esperienza sul campo, spesso addirittura informati meglio del tizio laureato a cui ti sei rivolto e che stai pagando.

quando dici a qualcuno "Sai, mi sono messo a dieta..."

ecco le possibili reazioni:

disfattista : "Eh , ma tanto anche se scendi subito poi è inutile se non ti mantieni..."
(mmm ok, ma leggi il futuro o ci conosciamo più intimamente di quanto io sappia? No, perchè sarà la terza volta che parliamo) Oppure mi sta condividendo la sua passata esperienza, oppure ancora un pregiudizio pessimistico verso chi fa le diete

l'insospettabile esperto in materia: Parte subito con le domande tecniche, (che poi alla fine sarebbero roba tipo "che cosa mangi?", non è che vi sia tutto sto tecnicismo) lo vedi dallo sguardo che la conversazione lo attizza, come se chiedessi ad un nerd un parere tra la playstation e l'xbox , inizi a dirgli quello che stai mangiando, più o meno, che poi non è che te la ricordi a memoria, e loro partono con la critica : "Eh , ma che mangi l'olio?"
ora, a me fino ad ora han sempre detto che l'olio serve, ovviamente in qualità misurata , invece vedi loro che fanno sta espressione tipo "Ma no, ma da chi stai andando, cambiala!".
Quando poi ti chiedono quanti carboidrati prendi sgranano gli occhi, dicendo "nooooo, no, no, no!"

Cazzo, se lo sapevo venivo direttamente da te.Non andavo da quel tizio che , solo perchè ha studiato la materia, si fa pagare per dirmi cosa devo mangiare, mettendomi addirittura olio e carboidrati.
Poi partono i consigli più strani.
a quel punto cosa ti resta da fare? potresti obiettare, ma in fondo è così divertente vedere sti tizi appassionati e convinti che non ha senso fargli cambiare opinione, quindi ti limiti ad annuire.
Peccato che la conversazione sull'argomento finisca con il loro eloquente sguardo a significare "Questo sta perdendo tempo."

L'allarmista contraddittorio : E' quello che ti dice: "Eh ma stai attento , che se li perdi subito poi li riprendi!"  e tu pensi qualcosa tipo.... ok , adesso dico al mio organismo di farmeli perdere più piano, così non ci sono problemi."

L'amico che ti conosce: "A quante stiamo, contando solo dall'inizio dell'anno?"
Segue spiegazione convinta del fatto che stavolta il fatto è serio.


L'approfittatore: "Oh, ma perchè non la dai anche a me?Così la faccio anche io!"
Ora, fermo restando che gli si dovrebbe spiegare che se è personalizzata e fatta a seguito di una visita medica un motivo ci sarà, ma cosa dovrei rispondergli , qualcosa del tipo :
" Ok, ci sto! Allora dammi la metà del costo della prima visita!"


Il lucignolo: Ma che te frega, ma magna sti cazzi....stai bbbbene, poi verso giugno ci stai un po' attento! Annamo stasera a Frascati a magnà a carbonara!"
Il lucignolo considera lo stare in forma necessario solo nel periodo estivo, ha una eccessiva fiducia nelle capacità di smaltimento del corpo umano, e soprattutto devi starci lontano in questi periodi, altrimenti fai la fine di Pinocchio. Solo che la balena te la metti tu nello stomaco.

Il finto cortese: "Ma no, dai, stai bene che ti frega... al massimo devi perdere 2\3 chili..."
mentre invece sta pensando la stessa cosa dell'appartenente alla prossima categoria:

Lo schietto e sincero "ah , finalmente! bravo , bravo! Era ora..."
Possiamo anche chiamarlo "stronzo", in fondo in questo caso son sinonimi.


Mammà: "Ah, ma allora mo che scendi giù a casa non te la mangi la parmigiana di melanzane? Io la sto facendo...."


Cazzoooooooooooooo


























8 commenti:

Annastella ha detto...

:) quando analizzi le varie categorie di persone in cui..sia che vogliamo sia che non vogliamo, ci imbattiamo..me fai proprio mori' :D la tua analisi della ggente comune e' ironicamente allaVerdone:) .....ps comunque vero eh; ma tu segui lo specialista che e' meno!

Annastella ha detto...

era MEjo. maledetto tach scrin

Kanachan ha detto...

ormai sono un'esperta (più o meno) nel campo delle diete... e alla faccia di chi mi vuol male... non solo non ho preso niente di quello che ho perso... ma, anche se sono in fase di mantenimento, qualcosina ancora riesco a perdere! e le mamme... sono tutte uguali!!! ;) vai gegge... hai tutto il mio supporto!!!

Non si dice piacere - La moda passa, lo stile resta ha detto...

AAHAHA

quella della mamma è geniale, perchè è troppo vera. è quella con cui mi scontro più spesso

http://nonsidicepiacere.blogspot.it

CervelloBacato ha detto...

Ho sbavato quando sono arrivato alla fine... Cara mamma! :P Troppo buona la parmigiana! Cedi al lato oscuro!

BlondeAttack ha detto...

coraggio per la dieta e in bocca al lupo con la mamma!
la mia sa che non posso mangiare lieviti e che mi fa? pizza, panzerotti, mette giù pane di ogni tipo e ha improvvisato una degustazione di birre!
vorrà mica farmi fuori? O.o

Alessandra ha detto...

anch'io sono dieta!! e sono circondata da finti cortesi. aaah, che nervi!

Vanessa ha detto...

Gegge ti sono nel cuore, tranne per il fatto che nessuno ti guarderà con occhi di bragia come invece hanno fatto con me (nemmeno pesassi 38 kg!!!)!
Comunque complimenti per come ti racconti, sei sempre divertente e appassionante! La seduta dal dietologo però è stata al limite dell'allucinante!