mercoledì 13 giugno 2012

Come l'auto ti trasforma in un uomo galante

Sin da quando ho preso la patente, un bel po' di chilometri fa, ho sempre avuto macchine tutte scassate e...diciamo... non proprio nuove.
Non avendo nessuna particolare passione per i motori e per le auto in generale, mi son sempre fatto bastare il fatto che mi portassero a destinazione. Il problema è che non sempre i miei veicoli son riusciti a soddisfare questo semplicissimo requisito.

PANDA 750 young  La prima macchina non si scorda mai. E come potrei?
Andava in ebollizione ogni venti chilometri, in barba a qualunque legge fisica sulla temperatura mai elaborata dall'uomo ed era smontabile in molte delle sue parti, roba che nemmeno all'IKEA.

Y10 1000  feci il salto di categoria qualche anno dopo. Leggeri miglioramenti rispetto alla prima, almeno non dovevo più portarmi casse e casse di acqua nel bagagliaio per rinfrescare il radiatore. Teneva un po' meglio in salita, era un po' più piccola, almeno per me che son grosso, ma non era malaccio. E  aveva un bel colore verde così.

Punto 1100  Il salto di qualità. I passeggeri dietro stavano comodi, si poteva affrontare qualche viaggio con un po' più di serenità e di peso-bagagli , il clacson funzionava bene.

Hunday Athos Che a casa chiamavamo familiarmente "O' Puparuol " (il peperone) a causa del colore che era proprio così , come quelli che si comprano al supermercato . Devo dire che è stata la migliore , magari non sarà chissà che auto, però ci facevo "i fatti miei".



Quando hai una macchina non proprio di primo pelo guidare è sempre un'emozione, non sai mai se arriverai a destinazione, quanto ci metterai , se improvvisamente si spegne e non si accende più , se la ventola smette di girare così senza motivo , come nei film in cui l'elica di un aereo viene meno ecc ecc.

Di solito, se la usi per vare le varie cosucce di qua e di la o per andare da qualche amico non è un grosso problema. Il suo sporco dovere lo fa.

I problemi sono quando devi uscire con una ragazza.
Magari una che conosci da poco, o con cui stai insieme da poco.
Ci esci la prima sera, magari le fai pure una sciacquata (alla macchina, non la ragazza) giusto per farla sembrare in condizioni più decenti. Noti l'immancabile portapacchi sul tetto, che ho avuto su ogni macchina, perchè mio padre ha sempre ritenuto fosse una cosa fondamentale , chissà perchè. Ogni volta , qualche giorno dopo aver preso una macchina, veniva e diceva: "Aspè oggi montiamo il portapacchi su!" Non ho mai capito se fosse una cosa da uomini per fraternizzare di più tra padre e figlio o altro, dato che non ci ho mai fatto traslochi. Forse, semplicemente, avevamo dei portapacchi in cantina e toccava usarli.Il fatto è che il portapacchi è come un brutto cappello su di una ragazza di per se già non bella : Stona un po'.

Vabbè comunque tu , la tua auto ed il portapacchi arrivate al luogo dell'appuntamento. Prima che lei scenda ti fai trovare fuori, così da attutire un po' l'effetto sorpresa (e soprattutto per non farla concentrare sul portapacchi , che è buio e magari non se ne accorge. )
A questo punto lei pensa che tu sia almeno un minimo galante, dato che non l'hai attesa in macchina.
Poi prendi e le apri la portiera. Lei pensa sempre che tu lo stia facendo per galanteria, in realtà lo sportello è difettoso e si apre solo in un certo modo che solo tu hai imparato.
A questo punto lei entra nel veicolo, tutta lusingata.
E l'equivoco galante continua: le dici "Senti , ti spiace se non accendo la radio? preferisco fare conversazione...."
In realtà per qualche misterioso motivo la radio non funziona, oppure non funzionano le casse, o qualche fusibile- contatto -onda magnetica- qualunque cosa , comunque niente musica.
Va bè l'hai messa giù bene , che lei è contenta , iniziate quindi a fare due chiacchiere parlando di quello che vi va.

Lei : "Oh , vedo che hai tutti questi santini..."

Si, in realtà son lì per le preghiere di non far spegnere improvvisamente la macchina e rimanere a piedi proprio stasera.Oppure che i freni funzionino sempre bene. Ma perchè farla preoccupare?

TU : "Si, sai , sono molto credente"

Lei : "oh , ma ...cos'è quella Spia che si è accesa?"

Boh. Questa mi mancava. E' nuova. Vabbè , domani vedo.

Tu : " Oh, nulla... è lo stitocifizzatore che mi avvisa che devo cambiarlo tra 200 chilometri, non ti preoccupare"

Lei : "Ah , ok"

Lei : "mmm... vedo che sei uno che guida molto piano...."

E certo, se supero i novanta se ne viene in mano il volante.

Tu: "Beh, sai , per me la prudenza e la sicurezza sono importantissime..."

Si ricomincia poi a parlare del più e del meno.
Arrivate nel posto in cui volevate andare,e parcheggi.
Ora, sul sedile dietro c'è il blindosterz.
Lo metti , ma non perchè hai paura che si freghino la macchina. No, il problema è che te la aprono per fregarsi l'antifurto.
  Scendete , anzi le dici : "Aspetta , eh , che ti apro io"
( la maniglia interna è mezza spaccata , muoviti a fare il giro , prima che lei dica "non fa niente")

La fai scendere, prendendole la mano , poi chiudi la macchina ed entrate nel pub \locale \ pizzeria.
Dopo aver terminato , si rientra nel veicolo , diretti da un'altra parte.
Meno male, i ladri non son venuti.
Il blindosterz è ancora lì, intatto.

apri portiera, entri, togli il blindo.
Dai, accenditi, accenditi...

Lei: "Cosa c'è , non parte?"

Tu: "Ma no, è solo un po' fredda..."

eparticazzodainonoranonoraquestaèinteressatasusudomaniticambiopurel'oliodaidai

BRuuuuum BRuuuuum
andata.

Lei: "senti , conosco un posticino carino... con un bel panorama... ti va di andare lì?"

mmm speriamo di non dover fare troppi chilometri questa macchina ci lascia a piedi.

Tu : "Ma è lontano?Io vorrei un po'...dedicarmi a te, invece che guidare troppo...."

Lei sorride , un po' maliziosa.
L'ha bevuta.
"Non ti preoccupare, è qui vicino."

Ok, si puo'. Si arriva al posto carino romantico , osando sulle salite che poi per fortuna diventeranno discese , si tira (energeticamente) il freno a mano (che sembra funzionare) e si inizia con il sentimento.
Ad un certo punto, per stare più comodi , tocca abbassare un po' i sediolini.
Il problema è che una volta che lo hai abbassato non hai garanzie che poi si rialzi, che è vecchio.
Inizi comunque a girare la manopola , e dopo un paio di minuti il coso è abbassato e ti son venuti i crampi alla mano.

"Accendiamo adesso la radio?mettiamo un po' di musica d'atmosfera?"

See, mettiamo pure che funzioni, ma se poi la batteria ci molla che restiamo qui a fare un pic nic?

"ma... cosa c'è più di atmosfera che sentire il tuo respiro..."

"ooooh, come sei romantico..."


Alla fine , quando è ora di accompagnarla a casa, poi lo schienale si rialza. Meno male.
Arrivate sotto casa sua, lei ti dice "non preoccuparti di uscire per aprire la porta" ed allora tu allunghi la mano e forzi la maniglia dall'interno , massacrandoti le dita.
Lei ti bacia, ti saluta e va verso il portone.

"che carino, mi ha aspettato fino a che trovavo le chiavi nella borsa , ed anche mentre entravo nell'androne, non si era mosso, non aveva nemmeno già acceso la macchina!" racconterà lei alla sua amica, suscitandole invidia.

"Che cavolo, ho dovuto chiamare Checco per farmi portare i cavi della batteria"  , racconterai poi tu agli amici,suscitando ilarità.

13 commenti:

Who is? ha detto...

ehehehe dai l'importante è che alla fine lei sia rimasta soddisfatta!

Aidi ha detto...

ahuahuahauhauhauah sto morendo! XD
Ecco perchè il mio ex era così poco galante, aveva la macchina nuova!

Elisa ha detto...

Mi immagino la scena e gli sguardi e ho le lacrime e gli addominali doloranti dalle risate.
Elisa
http://ciacolamentivari.blogspot.it/

BlondeAttack ha detto...

bellissimo!!!! :D

TheObsidianMirror ha detto...

Ritienuti fortunato. La mia prima auto era un'imbarazzante Fiat 127 bianca, acuistata usata da un gommista, amico di un cugino di famiglia.
Esteriormente, a parte un enorme adesivo del coniglietto di playboy sul retro, era tutto somamto accettabile. Quello che invece mi lasciava perplesso era lo stato con cui il precedente proprietario aveva lasciato gli interni:
1) Innumerevoli bruciature di canna sul sedile guidatore
2) Disgustose macchie (ormai secche, ma inequivocabili) di liquido seminale sul sedile passeggero.
Inutile trattenere ragazze a bordo: fuggivano immediatamente urlando in preda al panico e al disprezzo.

gegge ha detto...

dai che tutti abbiamo i nostri scheletri nel garage...

ps ma non potevi comprare delle foderine ? ;P
ciao!

Chica ha detto...

Ahah troppo forte!! Ecco perchè gli uomini fanno i galanti...

Ale [Tredici] ha detto...

Ahahahaahah
Comunque io di solito la butto su "Chessimpaticochessono c'ho la macchina sgangherata eheheheh!"

CervelloBacato ha detto...

Ahahahah questa è stata epica! xD Come sfruttare al meglio delle situazioni improponibili :) Ti giuro che sono morto quando non ti ripartiva la macchina al momento di andare a vedere il panorama :) Che poi vabè, ho riso sempre! Grande gegge!

Sara ha detto...

E' stato un piacere scoprire il tuo blog.
Mi hai regalato qualche sorriso stasera.. :)

Melinda ha detto...

Sì, anche se lunghetto meritava di essere letto :D
I miei complimenti!

Vanessa ha detto...

Davvero divertente e veritiero! Anche la macchina del mio primo fidanzatino era più un rottame che un mezzo di trasporto, con tanto di sportello difettoso!

Paleomichi ha detto...

però, complimenti! non so se apprezzare di più la tua galanteria o la tua inventiva in fatto di depistaggio ;)