lunedì 4 giugno 2012

Solo al buio. Con Will Smith e gli alieni.

Stasera mi giravano, ma proprio tanto. E non c'era nemmeno un motivo.
A volte succede, senza un motivo apparente stai un po' così, devi fare qualcosa, uscire , vedere gente.
A volte succede che quando succede non sei nella tua città (ma devi ancora capirlo quale è la tua città) e per stasera, senza preavviso, non racimoli nessuno. Quindi che fai?
O ti metti a studiare, che tra qualche settimana hai un esame, o esci.

Così prendo ed esco , stasera al cinema vicino casa danno Men In black 3.
I primi due li avrò visti una vita fa, il primo mi era piaciucchiato, il secondo pagava il complesso del sequel , insomma non è che avessi tutta sta voglia, però vuoi mettere l'andare al cinema a piedi , quasi sotto casa?
Vabbè il problema del cinema in questione è che non ci va quasi nessuno, davvero è sempre quasi vuoto, una roba di una tristezza... ha una sola sala , in verità abbastanza grande, quasi come un teatro. Di solito almeno una decina di persone le appara.
stasera ero solo. che vi devo fare la similitudine con la particella di sodio, con il neurone classico e quelle altre classiche lì? No, vero, so che da me vi aspettate di più.
Ok, ero solo come un mio lettore dopo un mese che avevo aperto il blog.
Ed io che ero sceso per vedere un po' di gente.
Manco fossi ad una retrospettiva di un film impegnato azberiano.
La cosa puo' anche sembrare figa (sempre che voi non siate il gestore del suddetto cinema) insomma, entri ed hai solo l'imbarazzo della scelta, ti piazzi da una parte, poi ti alzi e vai due sedie più a destra, poi tre file indietro, cercando la posizione con la visuale migliore. alla fine torni alla poltroncina dove ti eri seduto all'inizio. Però almeno le altre le hai provate.
Mentre scorre la pubblicità e si abbassano le luci , ogni tanto ti guardi intorno pensando "vabbè , mo' arriverà pur qualcuno". Poi la pubblicità finisce , chiudono le tende.
Sei solo.
sembra o una scena di un film dove il protagonista per fare lo sborone ha affittato la sala per far vedere il video tamarro alla sua fidanzata per poi chiederle di sposarla, oppure un film dell'orrore , che arriva l'assassino alle spalle.

Io li adoro gli horror, ma meno male che non ne ero andato a vedere uno.
Cioè , pensate se stessero proiettando un Saw qualsiasi, sai che cacarella.

comunque dopo una ventina di minuti passati a pensare qualcosa tipo "oddio se mi viene un malore non se ne accorge nessuno, servirebbe il salvacinema beghelli " oppure "speriamo che non si dimentichino di me e mi chiudono dentro" , per poi sentirti persino in colpa, nel senso "mmm ma questi per i miei sette euro mo' devono chiudere due ore dopo" , poi ti rilassi , ti schiatti sulla poltroncina e ti godi il film.
E non devi nemmeno abbassare la suoneria del telefonino.
E' una specie di salotto privato , con megaschermo ed impianto sonico da paura.

Ma suppongo vogliate che vi parli anche del film, che magari voi state pensando se vederlo o meno.
andateci, è bello. Soprattutto se vi piacciono i viaggi nel tempo e tutti i paradossi ecc ecc.
Con un colpo di scena finale bellissimo. (così , detto semplice semplice)

3 commenti:

Francesca ha detto...

Sì ma che tristezza davvero però. :'(
Ormai il cinema, con l'era di Internet e dello streaming, ha davvero perso molto.
Che peccato!


http://unblogacasoilmio.blogspot.com

Pier(ef)fect ha detto...

mi sa che è sto cinema ad essere un pochino sfigatello, perchè ogni qual volta sono stato al cinema c'era un po' di gente, anche durante la settimana... non credo che le emozioni del cinema possono essere comparate a quelle di una tv... me lo dice pure una mia amica che ha un 42 pollici 3D..
ma comunque vedila così, senza bisogno di affittare tutta la sala puoi fare una dichiarazione d'amore a qualcuno XD

Serena ha detto...

Che salotto privato, è vero. Beh dai a parte il "panico iniziale (salvacinema beghelli: AHAHAHAAH) direi che te lo sei goduto!
Buona giornata!