sabato 30 giugno 2012

Io sono sincero! Parlo in faccia!

Durante la tua vita devi convivere con il fatto che incontrerai un ( bel ) po' di persone che fanno parte di una strana categoria, peggiore solamente di quelli che sai-io-quando-voglio-una-cosa-la-ottengo-sempre , sto parlando di quelli che " Io sono sincero, parlo in faccia, dico tutto quello che penso"

Ora, fermo restando che è universalmente riconosciuto il valore della sincerità , della schiettezza e dell'onestà , il fatto di dire esattamente quello che si pensa non è che autorizzi a dire tutto quello che si vuole. Perchè così è troppo facile.
Nella vita a volte devi darti dei pizzicotti e lasciar stare.
Altre volte devi mentire spudoratamente , per non far star male qualcuno.
Altre ancora , per quieto vivere o perchè stai parlando con una persona che non è in grado di capire, devi avere l'intelligenza di evitare polemiche sterili, anche se legittime.
E' troppo facile parlare senza freni, senza tatto, senza riflettere.

Chi fa parte di questa categoria ama ostentare questa sua dote, sciolinando appunto il tormentone di presentazione del proprio comandamento , come se tutti gli altri fossero ipocrita  senza palle.
te lo dicono fieri, orgogliosi, per giustificare spesso mancanza di tatto o eccessiva polemicità.
E tu vorresti tanto dirgli qualcosa tipo " si però dovresti anche pensare prima quello che dici", ma purtroppo te non sei onesto e non dici tutto quello che pensi.
Eh, no.

Insomma si fa una confusione, secondo me, tra sincerità e onestà. La prima non include necessariamente la seconda, come non include il dire cose intelligenti.
A volte l'intelligenza si unisce all'esperienza, e queste due cose combinate con la sensibilità ti fanno capire quando è il caso di dire qualcosa o meno.

bene, visto che questo post è un po' pallosamente riflessivo, chiudo con qualche esempio che considera un mondo in cui tutti gli esseri umani fanno parte di quelli che "io so' sincero, se devo dire una cosa la dico!"

Tizia , appena uscita dal parrucchiere: "Allora, come sto?"
Caio, fidanzata di Tizia : "Stai malissimo , spero che almeno tu abbia speso poco!"

Sempronio: " Caia, ma tu.... mi ami?"
Caia: "Mah, ci sto provando , ma penso ancora al mio ex. Però secondo me prima o poi lo dimentico, quindi aspetto ancora un po',prima di lasciarti, dai!"

Cliente: "che dice, come mi sta questo vestito? Non è un po' troppo stretto, con i lacci?"
Commessa "Guardi, sembra una braciola!"

6 commenti:

Ale [Tredici] ha detto...

Standing Uovation. Quoto ogni parola, son con te!

Selli ha detto...

Posso solo dire: "Sante parole!"

CoffeeGirl ha detto...

Ma sai che c'hai ragione! E lo dico con onestà e sincerità dopo averci ben riflettuto. Sarà perchè ultimamente sono incappata in una persona del genere, ma il tuo post le sta a pennello!

Patalice ha detto...

io sono una di quelle.
giudizi nn richiesti e frecciatine poco simpatiche.
applausi a scena aperta.
grazie grazie!

scherzi a parte è uno spauracchio di quelli molto poco simpatici il dire che "sono meglio perché dico in faccia quello che penso" anche perché se sei intelligente e migliore per davvero sai quando e se devi dirle certe cose... no?!

keiko ha detto...

Meno male che ho scoperto il tuo blog e quindi qualcuno che la pensa come me: non sempre e soprattutto non a tutti si può dire la verità.
A volte è scomoda, fa male, è crudele: sono bugiarda se addolcisco la pillola?
Ho letto il post precedente:l'amicizia tra donne è estremamente rara, è proprio come l'innamoramento,sempre appiccicate per un periodo e poi cambiano pure strada per evitarsi.
Ci hai preso in pieno

Katia ha detto...

Quoto in pieno, hai veramente ragione.
Io purtroppo non so tenermi un cecio in bocca, nel senso che non riesco ad avere filtri tra il cervello e la bocca, e questo sicuramente non è vantaggioso per me, ma crescendo ho imparato a dire tutto, tutto quello che penso ma con un certo tatto, diciamo con un po' più di diplomazia, e comunque è vero, a volte devi inevitabilmente lasciar stare, e riuscire a capire che non vale la pena iniziare una polemica con quella persona, che in ogni caso non capirà!