mercoledì 25 aprile 2012

La verità è che non mi piaceva abbastanza.

Nella mia vita posso dire di essermi comportato da "stronzo" con una donna soltanto una volta.
E' successo un paio di anni fa, che era da un mesetto finita una storia che mi aveva preso molto, capirete quindi come l'ultima cosa che volessi in quel periodo fosse una relazione.
O forse ancora adesso mi sto raccontando una bugia e la verità è semplicemente quella del titolo del post.
In ogni caso,dicevo, esiste una legge fisica - che però nessuno scienziato è riuscito fino ad ora a spiegare - in base alla quale un uomo in un periodo in cui ha zero propensione ad impegnarsi ha il 99% di probabilità di incontrare una brava ragazza che non riesce a capirne le reali intenzioni. magari anche perchè è ingannata dalla faccia da bravo ragazzo che lui si porta dietro.
Che mica ce l'hai scritto in fronte che stavolta non vuoi nulla di più. se non sei stronzo per professione, i tuoi modi son quelli di sempre. Le tieni la mano, aspetti il momento , hai tante piccole attenzioni che , anche se non lo sai, camuffano le tue vere intenzioni.
L'unica vera differenza con lei è che non senti il bisogno di cercarla , ti fa piacere che ti faccia compagnia qualche sera ma basta,tutto qui. E sotto sotto il tuo cuore ti fa pure i complimenti, perchè per una volta lo stai lasciando un po' in pace.
Ecco , è proprio questo tuo essere così ambiguo, a volte sfuggente , che la confonde e le crea insicurezze e dubbi che la porteranno ad aumentare il desiderio che ha di te.Anche questo è stato dimostrato scientificamente con il Teorema di Ferradini.
Roba che quando e se lo vuoi fare di proposito non ci riesci , che non resistevi a non sentire nemmeno per un giorno una per la quale provavi davvero qualcosa.
Poi una sera ottieni quello che cercavi , o forse anche di più.
E lei inizia a buttar lì qualche progettino a breve termine, tipo uscire una sera e presentarti i suoi amici.
Ti ha detto gli amici, non i genitori, ma ti sembra ugualmente troppo.
Resti sul vago, dici qualcosa tipo "ok, perchè no..." , la saluti con un rapido abbraccio e scappi via.
Mentre giri la chiave della tua auto si accende anche la tua coscienza.
Bello stronzo, e adesso come la metti?
Ti fermi al primo semaforo e concludi che la soluzione più efficace sarebbe quella di non chiamarla più. In realtà è solo quella più comoda e vile.
Passi altri due incroci e pensi che la vita è una ruota, vale per tutte le volte che hanno fatto stare male te.
Arrivi sotto casa e finalmente capisci che lei non c'entra nulla con le botte che hai preso.
Sali le scale e pensi che dovresti chiamarla , ma sarebbe solo prolungare una situazione che non ha potenzialità di crescita. E torna la soluzione-silenzio.
Magari lei poi l'antifona la capisce pure, ma stai sicuro che almeno un'altra volta ti capiterà di parlarle, e nel suo rancore malcelato capirai che il prezzo di quello che hai fatto dovrà pagarlo chi verrà dopo. dovrà abbattere un muro di diffidenza , lo stesso che qualche volta è capitato di incontrare anche a te.

7 commenti:

N2O ha detto...

:( mi sono trovata sia al tuo posto che al suo... Noon è per niente bello.
Inutile dire che in entrambi i casi basterebbe solo dirlo, sarebbe tutto piu facile.
"guarda sono appena uscita da una relazione seria, non volgio impegnarmi, non pensare che col tempo le cose cambieranno, se ti va di divertirti un po con me bene altrimenti non volgio ferire nessuno".
A suo tempo non ebbi il coraggio di dirlo, e quando invece venne detto a me mi feci male lo stesso :)

LoveIs ha detto...

Sì concordo,in questo caso è meglio essere sinceri. Anche se a noi ragazze in quel caso prende la sindrome del "ti farò cambiare idea", quindi fingiamo che ci vada bene il solo divertimento per poi ritrovarci dsperate settimane dopo perchè non siamo riuscite nel nostro intento. E alla fine l'uomo di turno viene etichettato come "stronzo" comunque!Non c'è via d'uscita ^_^

ApeRegina ha detto...

Secondo me stai parlando di me. Anzi, no, perche' lui me l' ha detto, tutto quello che hai scritto qua. Pero' io non ho ancora imparato a farlo pagare a chi viene dopo, bella scema :-)

nina ha detto...

abbiamo il dono della parola?! USIAMOLA!!! è così semplice!
e onesto.

Ade ha detto...

Eh quanto hai ragione, Gegge. Purtroppo capita spesso che anche usando le parole. Tipo quelle fatidiche "guarda che non voglio impegnarmi" o anche "non sono pronta a una relazione seria perchè esco or ora da una storia" dall'altra parte vengano recepite tipo così "voglio assolutamente FIDANZARMI con te ma sono una vigliacca e ho troppa paura di ammetterlo a te e a me stessa. Perciò fingerò che di te non mi importi un fico secco finchè non sarò più in grado di fingere e dovrò per forza cadere tra le tue braccia". Ecco. Provare per credere. Perchè io di parolaccie me ne son prese parecchie. Anche quando non me le meritavo davvero. Ma è la vita. :D

ero Lucy ha detto...

Pensa che a me uno cosi' m'ha sposata. Non aveva avuto il coraggio di dirmi che gli era passata gia' da un pezzo. E varie altre, mavvabbe'.

mandorla ha detto...

eh..oltre ad essere in ritardo,come sempre nella vita è e sarà,leggo sto post..vebbè ma a chi non è successo?
è brutto stare sia dall'una sia dall'altra parte comunque..anche se prenderla nel chapèt è sempre peggio!